Gratuitamente [email protected], Ricevi ogni sera nella tua casella di posta una e-mail con tutti gli aggiornamenti del network di 12, comma 6, del CCNL 29/11/2007 (congedi parentali) ”6. Tuttavia, la stragrande maggioranza delle madri decide di usufruirne subito dopo l’astensione obbligatoria, in modo da prolungare il periodo di astensione e dedicarsi completamente al bambino fino a quando avrà 9/10 mesi. Attualmente quasi tutti i paesi Ue garantiscono il diritto al congedo di paternità, con una durata media di 11 giorni. [7] Circolare INPS n. 64 del 15 marzo 2001; Circolare Dipartimento Funzione Pubblica n. 1 del 3 febbraio 2012, TAR Molise, sez. Ecco qual è la soluzione a questo interessante quesito legale. Come noto, la Legge 104 attribuisce a tutti i lavoratori con un familiare affetto da disabilità tre giorni di permesso retribuito ogni mese. Consulenza specifica e risposta garantita. La legge sui congedi parentali [2] prevede che i permessi ed i riposi per assistere i familiari disabili «possono essere cumulati con il congedo parentale ordinario e con il congedo per la malattia del figlio». Dal 3 nov al 22 doc congedo e dal 23 doc al 6 gennaio ferie. Il TAR, però, chiarisce che «ciò premesso, non può ritenersi che durante il periodo di fruizione del congedo parentale maturino anche i permessi retribuiti previsti dalla Legge 104 e ciò in quanto il “cumulo” dei permessi consentito dalla legge sui congedi deve essere correttamente inteso come possibilità di fruizione degli stessi in un medesimo arco temporale, ma non anche come maturazione ed insorgenza del diritto ai permessi medesimi in capo al lavoratore; e ciò in quanto il diritto alla fruizione dei permessi retribuiti presuppone, necessariamente, lo svolgimento in essere e la costanza dell’attività lavorativa durante la quale tali permessi vengono a maturare». n. 119/11, [5] Inpdap circolare nn.30/03, 22/11 e 31/14. Con la presente si chiede una consulenza al fine di una corretta imputazione  del sabato e della domenica come congedo parentale. Per quanto sin qui rilevato, quindi, il ricorso si rileva infondato e, pertanto, va respinto. Significa invece che due differenti frazioni di congedo parentale intervallate da un periodo feriale o altro tipo di congedo, debbono comprendere ai fini del calcolo del numero di giorni riconoscibili come congedo parentale anche i giorni festivi e i sabati (settimana corta) cadenti subito prima o subito dopo le ferie (o altri congedi o permessi). L'ordinanza della Corte di cassazione n. 24206/2020 Secondo tali assenze la scuola dovrà conteggiare in conto congedo il sabato e la domenica ricadenti tra la prima e la seconda settimana e tra la terza e la quarta in quanto tali giorni cadono, rispettivamente, subito dopo e subito prima il congedo parentale richiesto. Quindi, salvo accordo, con il datore di lavoro è di improbabile utilizzo in alternativa ai permessi per malattia del figlio. Si ringrazia anticipatamente e si confida in una urgente risposta . Durante il periodo di congedo parentale maturano i permessi retribuiti per assistere un familiare disabile, il Tfr e le ferie? A ciò deve aggiungersi che il congedo parentale frazionato è previsto esplicitamente dall'art. Salve, sono entrata in maternità obbligatoria dal 23 maggio al 19 ottobre non usufruendo delle ferie estive. Solo su esplicita richiesta del dipendente (5.11.2014) Chiusura scuole maltempo: docente deve recuperare giorni chiusura? [6] Art. ferie: Significa invece che se le frazioni si susseguono in modo continuativo (ad es., in caso di settimana corta, dal lunedì al venerdì e così successivamente) oppure sono intervallate soltanto da ferie, i giorni festivi e, in caso di settimana corta, i sabati sono conteggiati come giorni di congedo parentale. n. 233/19 dell’8.07.2019. 42, comma 5-quinquies, d.lgs. Congedo parentale 2020: a chi spetta, come fare domanda e retribuzione I tempi e modi per il congedo parentale sono tra le prime informazioni da cercare per i futuri genitori. La Legge per Tutti Srl - Sede Legale Via Francesco de Francesco, 1 - 87100 COSENZA | CF/P.IVA 03285950782 | Numero Rea CS-224487 | Capitale Sociale € 70.000 i.v. 42 il comma 5 –quinquies, ha previsto espressamente che durante la fruizione del congedo straordinario retribuito non maturano le ferie, la tredicesima mensilità ed il trattamento di fine rapporto. Con riferimento alle ulteriori censure, deve, infine, ritenersi che l’omessa indicazione del termine e della autorità cui impugnare l’atto non valgono, di per sé, ad inficiarne la validità potendo, semmai, integrare una mera irregolarità del provvedimento idonea, in caso di eventuale ritardo nella sua impugnazione, a giustificare l’errore scusabile del ricorrente; nè il provvedimento impugnato può ritenersi carente di motivazione in quanto, nel caso in esame, in esso risulta chiaramente comprensibile il contenuto dispositivo, pienamente legittimo e conforme, per quanto sopra detto, al dettato normativo. Così ha deciso il Tribunale di Grosseto, con sentenza del 4 settembre, andando anche contro un parere ARAN del 2016, secondo il quale i primi 30 giorni di congedo parentale, alla luce del decreto legislativo n.80/2015, devono essere retribuiti per intero se sono fruiti dal lavoratore prima del compimento de… Il congedo parentale dura sei mesi e deve essere usufruito entro i primi 12 anni di età del figlio. Ma allora quando è possibile conteggiare le festività ed i riposi nel periodo di congedo? Durante il periodo di congedo parentale, all’opposto, l’attività lavorativa viene messa in uno stato, per così dire, di quiescenza atteso che tale congedo ne va determinare una vera e propria sospensione, non idonea a far maturare, in capo al lavoratore, gli ulteriori permessi ex art. … Precisa il comma 5 quinquies, introdotto dall’art. Tribunale di Ragusa - Proprietario OrizzonteScuola SRL - Via J. Ai sensi dell’art. Ti chiedi ora se col congedo parentale spettano ferie, permessi 104 e Tfr?La questione ha ricevuto una risposta dal Tar Molise con una recente sentenza [1].Ecco qual è la soluzione a questo interessante quesito legale. Ci si chiede se, nei mesi di congedo parentale, maturi il diritto a tali permessi. Quanto alle spese di lite, la natura della controversia ne giustifica l’integrale compensazione. 33 e ciò in quanto il “cumulo” dei permessi consentito dal sopra citato art 42 comma 4 deve essere correttamente inteso come possibilità di fruizione degli stessi in un medesimo arco temporale, ma non anche come maturazione ed insorgenza del diritto ai permessi medesimi in capo al lavoratore; e ciò in quanto il diritto alla fruizione dei permessi retribuiti presuppone, necessariamente, lo svolgimento in essere e la costanza dell’attività lavorativa durante la quale tali permessi vengono a maturare. 32, primo comma, del d.lgs. Per le istituzioni scolastiche. Ciò premesso, non può ritenersi che durante il periodo di fruizione del congedo parentale maturino anche i permessi retribuiti previsti dal citato art. Al contrario, la Corte ha rigettato il ricorso, illustrando che, come sancito esplicitamente anche prima della modifica del 2011, il congedo parentale richiesto per assistere il figlio non rileva ai fini del conteggio della tredicesima, così come per la maturazione delle ferie e per il Tfr. 42 comma 4 del D.Lgs n. 151/2001 che “i riposi e i permessi, ai sensi dell’articolo 33, comma 4 della legge 5 febbraio -omissis-92, n. -omissis-, possono essere cumulati con il congedo parentale ordinario e con il congedo per la malattia del figlio”. Si è in congedo parentale durante sospensione delle lezioni? Qualche tempo fa ho chiesto un congedo parentale di una settimana e ho notato che il mio datore di lavoro ha fatto rientrare nel congedo anche il sabato e la domenica precedenti e successivi. Angelo Greco e iscritta presso il Tribunale di Cosenza, N.G.R 243/2016 - N.R. Per sicurezza, tuttavia, le consiglio di far leggere la sua busta paga a un ufficio sindacale della categoria che rappresentano il suo settore di lavoro. Invia il tuo quesito a [email protected] Email (obbligatoria se vuoi ricevere le notifiche), Notificami quando viene aggiunto un nuovo commento. Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza 27/05/2011: Una lavoratrice che ha già utilizzato, durante un precedente rapporto di lavoro alle dipendenze di un'azienda privata, due mesi di congedo parentale, chiede di fruire presso la pubblica amministrazione di un ulteriore periodo di congedo parentale per lo stesso bambino, che non ha ancora compiuto i tre anni di età. Tale modalità di computo trova applicazione anche nel caso di fruizione frazionata, ove i diversi periodi di assenza non siano intervallati dal ritorno al lavoro del lavoratore o della lavoratrice.”. Il Tar piemontese ha recentemente sentenziato sul ricorso proposto da D.A. | © Riproduzione riservata A loro volta madri e padri non possono superare questi limiti: 1. Al fine di incentivare la fruizione del congedo da parte del padre lavoratore per una più equa distribuzione dei compiti familiari fra i due genitori, l’art. A tal fine PSN riassume … fruizione solo da parte della madre: 6 mesi (trascorso il periodo di congedo di maternità); fruizione solo da parte del padre: 7 mesi dalla nascita del figlio; fruizione da parte di entrambi: 11 mesi totali, nel rispetto dei limiti massimi di 6 e 7 mesi previsti per madre e padre (madre: 6 mesi + padre: 5 mesi; oppure madre: 4 mesi + padre: 7 mesi); in presenza di un solo genitore: 10 mesi. n. 119/11. Per godere del congedo parentale ad ore è necessario rispettare un preavviso non inferiore ai 15 giorni. Lo stesso vale per le ferie, per il Tfr e la tredicesima mensilità. 42 del Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151, recante il “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell’articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53”, prevede al comma 5 che “il coniuge convivente di soggetto con handicap in situazione di gravità accertata ai sensi dell’articolo 4, comma 1, della legge 5 febbraio -omissis-92, n. -omissis-, ha diritto a fruire del congedo di cui al comma 2 dell’articolo 4 della legge 8 marzo 2000, n. 53, entro sessanta giorni dalla richiesta. Il tutto, peraltro, a conferma di quanto già riportato precedentemente dall’INPDAP nella informativa n. 30/2003 ed in numerosi circolari, quali la circolare INPDAP n. 31 del 12 maggio 2014 n. 22 del 28 dicembre 2011, la circolare INPS n. 32 del 6 marzo 2012 e la circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica n. 1 del 3 febbraio 2012 ove si chiarisce, appunto, che i periodi di congedo straordinario incidono negativamente sulla maturazione delle ferie, della tredicesima e del trattamento di fine rapporto, coerentemente con la natura del suddetto congedo che appare idoneo a determinare una vera e propria “sospensione”, seppur temporanea, dell’attività lavorativa (parere Consiglio di Stato n. 3389/2005). Sono tanti i docenti che ci scrivono in redazione non avendo ben chiaro il quadro dei propri diritti in merito a permessi, ferie, malattia, congedi e aspettative segnalando difficoltà, se non ostacoli, posti da parte delle segreterie scolastiche a concedere quanto spettante, adducendo spesso illegittimi dinieghi e impossibilità ad accordare la richiesta. Nel caso di assenza “ciclica” che ha inizio con un periodo di congedo parentale e termina con lo stesso congedo, come si computano i sabati e le domeniche? Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Molise (Sezione Prima), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo respinge. Sei una giovane madre e hai chiesto al tuo datore di lavoro i congedi parentali. assistente del corpo di polizia penitenziario della casa circondariale di Novaracontro il Ministero della giustizia, riguardante il congedo parentale richiesto in data 6 gennaio 2006. 4 del D.Lgs n. 1-omissis-/2001, introducendo all’art. 14 settembre 2000, i quali sono utili ai fini della maturazione delle ferie; gli ulteriori periodi di congedo parentale retribuiti al 30%, che non sono utili al medesimo fine, nel rispetto delle previsioni dell’art. All’udienza pubblica del 22 maggio 20-omissis- la causa è stata trattenuta in decisione. In caso di mancanza, decesso o in presenza di patologie invalidanti del coniuge convivente, ha diritto a fruire del congedo il padre o la madre anche adottivi; in caso di decesso, mancanza o in presenza di patologie invalidanti del padre e della madre, anche adottivi, ha diritto a fruire del congedo uno dei figli conviventi; in caso di mancanza, decesso o in presenza di patologie invalidanti dei figli conviventi, ha diritto a fruire del congedo uno dei fratelli o sorelle conviventi”. Segui i nuovi corsi di aggiornamento di Eurosofia sulle piattaforme MePa e PagoPa. L’indennità Inps è pari al 30% della retribuzione media globale giornaliera. Sono queste le regole basilari da conoscere per capire come funziona il congedo parentale, misura che si affianca al congedo di maternità e paternità. Quanto all’ulteriore profilo di censura concernente il trattamento economico spettante al lavoratore, si rileva come il provvedimento impugnato risulti legittimo e conforme al dettato normativo atteso che l’art.