Il successo della radio intanto continuava a crescere, grazie alla trasmissione di programmi innovativi e di grande gradimento popolare: nel 1931 viene diffusa la prima radiocronaca dell'incontro di calcio fra Italia e Ungheria, all'autunno del 1934 risale il primo trionfo della radio grazie alla rivista I quattro moschettieri (prima puntata 13 ottobre), su testi di Nizza e Morbelli. Nel 1951 viene trasmessa in diretta la prima edizione del Festival di Sanremo. L’unico festiva deldicato al mondo della radio, in tutte le sue sfumature. 1 by Massimo Castellina on Apple Music. In Italia, che sul piano tecnologico era di fatto la patria della radio, il nuovo strumento conobbe maggiori difficoltà ad imporsi. Ciò avviene di pari passo con l'aumento degli introiti pubblicitari, dovuti alla importanza delle radio anche in termini di ascolti. Nel 1973 parte il fortunato esperimento delle "Interviste Impossibili" in cui i maggiori intellettuali italiani immaginano di incontrare celebri personaggi del passato: uno degli esempi più celebri è l'intervista che Umberto Eco farà a un'immaginaria Beatrice. Intanto l'EIAR conobbe una grande diffusione popolare; similmente a quanto avverrà poi per la televisione, la gente, non potendo permettersi una radio nella propria casa, si recava ad ascoltarla nei bar e nei locali pubblici, e la propaganda fascista favorì la diffusione di altoparlanti che collegati agli apparecchi trasmettevano i discorsi del Duce nelle piazze di tutto il Paese. Fra le trasmissioni più popolari dell'epoca c'erano i "giochi a premi" (odierni quiz) come Il motivo in maschera con Mike Bongiorno e Lelio Luttazzi, Rosso e nero con Corrado e Botta e risposta con Silvio Gigli[5]. Tuttavia, all'inizio del 1924 Di Cesarò si dimise dal governo e il suo posto fu preso da Costanzo Ciano, che avrebbe preferito dare la concessione a Marconi[4]. Di radiosiciliaexpress Giu 18, 2017. Radio Days si chiude con la strepitosa performance di Diane Keaton, che canta “You’ d Be So Nice to Come Home to” di Cole Porter, mentre altri divi sono riuniti sul tetto di un grattacielo di Times Square per salutare gli anni d’oro della Un film da vedere. Negli anni duemila la radio, anche quella tradizionale, conosce in Italia un successo straordinario con ascolti altissimi, come non si vedevano da anni, favorita, forse, anche dal contemporaneo calo degli spettatori televisivi, come sembrerebbe confermare un sondaggio del 2004, che rivelava che oltre il 45% degli Italiani, dichiara di preferire la radio alla televisione[9]. Nel 1960 c'è la differenziazione in tre canali per accontentare un numero sempre maggiore di utenti: il Nazionale diventa Primo e si dedica all'informazione politica e sociale, il Secondo punta sulla prosa, sulla musica e sulla varietà mentre il Terzo diventa il canale culturale ma non troppo. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 2 gen 2021 alle 09:13. Nel 1988 si unisce in matrimonio con con Loni Anderson. Quelli furono gli anni d'oro non solo del Festival, ma anche di tutto il nostro paese che vide un enorme sviluppo industriale. Trasmettono la musica ribelle degli anni settanta, snobbata dalla Rai e conquistano soprattutto il pubblico giovanile. Da un punto di vista sociologico la radio è uno dei mezzi di comunicazione di massa tra i più diffusi. Gli anni d’oro di «Radio Proposta» Torino – Sono tanti i giornalisti torinesi che negli anni Ottanta mossero i primi passi ai microfoni della radio diocesana Proposta-Incontri. Nel 1959 nasce Tutto il calcio minuto per minuto, una delle trasmissioni più popolari della radio italiana, tuttora in onda. In un modesto appartamento dell'ammezzato, con le pareti e il soffitto coperti di pesanti tende per attutire i rumori, la sera del 6 ottobre Maria Luisa Boncompagni aveva dato il primo annuncio: Alle 21, davanti ad un enorme microfono, detto a "catafalco", aveva semplicemente detto: "Unione Radiofonica Italiana, stazione di Roma Uno, trasmissione del concerto inaugurale". Dopo aver ottenuto il 16 ottobre 1920 una licenza di trasmissione ufficiale, la Westinghouse di Pittsburgh entrò in servizio a partire dal 2 novembre 1920, trasmettendo con il nome di KDKA da uno stabilimento industriale di Washington. In breve tempo, la radio si diffonde in maniera così rapida che negli Stati Uniti già nel 1922 si contano ben 187 stazioni, un pubblico in grande crescita ed un numero di ricevitori funzionanti che alla fine di quell'anno toccherà quota 750 mila. Usiamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Le fasi di sviluppo della radio ... Il campanile d’oro 1954, Il Gonfalone 1958, Il motivo in maschera 1954 (con Bongiorno), ... Nei primi anni, funzione complementare rispetto a l Programma Nazionale, con inizio trasmissioni alle 21 (anticipo alle 19 solo dal novembre 1968). La radio, soprattutto quella musicale, si dimostra in grado di condizionare i gusti del pubblico, molto più del previsto, con le proprie programmazioni. A lui si uniscono gli altri componenti della famiglia che tra canzoni e letture di romanzi abbandonano la realtà per riapprodarvi Sono 97 i personaggi parlanti nel film ma l’autore punta l’attenzione su zia Bea (Dianne Wiest), alla disperata ricerca di un marito e, fuori dal contesto familiare, Sally White una sigaraia nonché aspirante stella della radio (Mia Farrow). Tuttavia l'alto costo degli apparecchi (nell'Italia degli anni venti, uno costava circa 3.000 lire e il reddito medio annuo non superava le 1.000 lire) ne limitava l'uso alle famiglie più abbienti. La tua carriera in radio inizia da qui! Ma il successo della radio dopo il 2000, è dovuto anche all'evoluzione di Internet (web 2.0) che diventa quasi una parte indissolubile di questo mezzo. Radio Luino International (1974) molto seguita sul Lago Maggiore, GBR (1975) anch'essa di grande diffusione e a cui si aggiunse una TV; Radio Radicale (1976) molto seguita per il contenuto politico-informativo; Radio Popolare (1976) nata a Milano come radio di informazione; Radio Studio 105 (dal 1993 Radio 105); da Roma Radio Dimensione Suono; da Bologna Radio Lattemiele e Radio Alice. https://calciomemory.com/2015/02/09/gli-anni-doro-della-pro-vercelli Fra i programmi di questo periodo ancora in onda c'è Prima pagina, antesignana della lettura mattutina dei titoli dei giornali. Larry Nassar ha ammesso di aver molestato decine di atlete. Joe (il giovane Allen impersonato da Seth Green), figlio di una famiglia ebrea che vive a Rockaway Beach, nella zona residenziale di Queens, sogna ad occhi aperti ascoltando un programma radiofonico incentrato sulla storia di un surreale personaggio: “Il vendicatore mascherato”. Nonostante il successo strepitoso della TV, la radio riesce a reggere la concorrenza, grazie alla specializzazione dei programmi e al suo radicamento nel costume popolare. Giovanni Cordoni, Peppino Ortoleva, Nicoletta Verna, Paolo Lunghi, "Vivere con frequenza", Ibiskos-Ulivieri, 2011. 1, 2 e 45 della legge 14 aprile 1975, n. 103 (nuove norme in materia di diffusione radiofonica e televisiva) nella parte in cui non sono consentiti, previa autorizzazione statale e nei sensi di cui in motivazione, l'installazione e l'esercizio di impianti di diffusione radiofonica e televisiva via etere di portata non eccedente l'ambito locale.». Nel 1982 la Rai lancia due nuovi canali: RaiStereoUno e RaiStereoDue sulle nuove frequenze FM e una riforma strutturale decisa favorisce una modernizzazione degli stili e un adeguamento ai tempi sul modello delle radio private. Le difficoltà della guerra e i bombardamenti alleati rendono difficili le comunicazioni dell'EIAR e dopo l'8 settembre 1943, il paese è spaccato in due. Genere: CommediaRegia: Woody AllenSceneggiatura: Woody AllenCast: Mia Farrow, Dianne West, Seth Green, Paul Hernan, Julie Kavner Origine: Usa, 1987Durata: 88 min. Fra i più popolari programmi partiti in quegli anni e tuttora in onda bisogna ricordare Deejay chiama Italia di Linus e Nicola Savino su Radio Deejay del 1991, e le trasmissioni satiriche Il ruggito del coniglio e Caterpillar su Radio 2, la prima del 1995 e la seconda del 1997. Il radiotelegrafo era stato impiegato in operazioni militari durante la Prima guerra mondiale e una legge del 1910 ne proibiva l'uso ai civili. Nel 1930 la costruzione del nuovo impianto di trasmissione di Roma-Santa Palomba portò un netto miglioramento. Rimani sempre aggiornato sulle novità del Settore Radiofonico. Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. *I dati riportati nell’articolo sono stati pubblicati in G.Brambilla-F.Faggioli, Uova d’oro. Due persone raggiungono il loro 50 ° anniversario di nozze d'oro una celebrazione speciale della loro vita insieme merita. Massimo. Listen to Gli anni d'oro, Vol. d’Oro, il massimo riconoscimento conferito dal Comune di Bologna, dal sindaco Virginio Merola, in una cerimonia andata a Palazzo d’Accursio. Nasce anche Radio Italia e Radio Italia Network. Dopo la separazione inizia una relazione da favola con la cameriera Pam Seals. Nel 1988 con la riforma del servizio radio-televisivo pubblico, le reti radiofoniche RAI rinunciano ad inseguire la concorrenza privata in termini di ascolto e puntano sulla qualità, trasformandosi in programmi d'approfondimento e intrattenimento leggero. Dopo il 4-2 al Msv, a Francoforte (4 giugno ’66), l’impianto viene irrobustito con il centrocampista Franz Roth e il difensore Georg Schwarzenbeck: altre due … A presentarcelo la voce fuori campo di Allen (che nel film non compare fisicamente), attraverso i ricordi dell’infanzia e con un pizzico di sottile umorismo, tanto caro al regista newyorkese. Anni '20 L'Uri, Unione Radiofonica Italiana, prima società concessionaria della radiodiffusione in Italia, viene fondata il 27 Agosto 1924 come accordo tra le maggiori compagnie del settore: Radiofono, controllata dalla compagnia Marconi, e SIRAC (Società Italiana Radio Audizioni Circolari). Ma anche la radio generalista ritorna ai trionfi del passato. DISCO D'ORO COLLECTION (Gli anni d'oro della Dance) DJ HOKKAIDO. Cinquant'anni di vivere e di amare insieme chiede doni che celebrano questa importante occasione. Gli anni d'oro della Musica Italiana December 24, 2020 at 10:14 AM Al Bano Carrisi & Romina Power cantano “Felice Natale” (Cover di “Ha ... ppy Xmas (War Is Over)” scritta da Paul Mccartney e … Nascono in questi anni Radio Deejay e Radio Capital (1995) e Radio 24 (1999), la prima radio italiana all-news che è inoltre legata ad un quotidiano, il Sole 24 Ore. Nella prima metà degli anni '90 si registra un calo di ascolti per la radio e in molti sostengono che per il più antico dei mass media sia vicina la fine. Nel 1930, con la creazione della concessionaria Sipra iniziò la trasmissione dei primi spot pubblicitari. È la prima radicale innovazione nelle comunicazioni di massa dopo l'invenzione della stampa e conosce subito un grandissimo successo, soprattutto in America e in Europa. Ottava mix compilation” Marco. Abbinata a un concorso della casa Perugina, il programma scatenò la caccia alle figurine quotate per i premi. La tua opinione è molto importante ma non accettiamo commenti che insultano o che contengano espressioni volgari. Mia Farrow, Dianne West, Seth Green, Paul Hernan, Julie Kavner, Corso di Fonico Radio e Post Produzione Online, Corso di Telecronaca e Radiocronaca Online, Spot Radiofonici, Voice Over e Audiolibri, Teorie e Tecniche di Conduzione Radiofonica. Fu poi trasmessa della musica scelta e infine, la prima trasmissione si concluse con il bollettino meteorologico, la borsa e le notizie lette da Ines Donarelli, componente del quartetto d'archi, annunciatrice improvvisata. Allen omaggia “i giorni della radio”, quelli ingenui e spensierati, quelli di un bambino ebreo che viaggia sulle ali della fantasia attraverso fiction avventurose e lo fa con un montaggio che si muove sul filo della memoria e della nostalgia e dell’umorismo. La Rai ottiene un particolare successo con Viva Radio 2 condotta da Fiorello. Nel gennaio 1925 nasce il Radiorario, settimanale ufficiale dell'URI che pubblica i programmi con l'intento di propagandare il nuovo mezzo e nel contempo di conoscere meglio i gusti e le opinioni di un pubblico ancora da formare. Sotto la sua direzione il pubblico giovanile ottiene trasmissioni appositamente dedicate, spesso condotte dalla coppia Renzo Arbore-Gianni Boncompagni: trasmissioni come Bandiera gialla, Per voi giovani e Alto gradimento cambiano profondamente il linguaggio radiofonico. Fiori e Piante Rispondi. Lo conducono Gianni Boncompagni, Franco Moccagatta e Federica Taddei. La “nuova aria” portata dalla contestazione studentesca del 1968 invade anche la radio: cambia il pubblico e si affermano nuovi generi. “Finalmente … Nel 1981 Claudio Cecchetto rileva Radio Music e fonda a Milano Radio Deejay destinata a imporsi sul mercato nazionale come l'emittente più seguita d'Italia. Nei primi decenni di vita le trasmissioni avvengono in modulazione di ampiezza (AM). IL FASCINO SENZA TEMPO DELL’EPOCA D’ORO DELLA RADIO. Un tempo in cui la televisione non esisteva ancora e il mezzo radiofonico faceva discutere e sognare: voci, suoni e musiche univano un mondo ormai lontano. Il DAB garantisce una qualità dell'ascolto pari a quella di un CD, prevede l'impiego di trasmettitori terrestri (DAB-T) e satellitari (DAB-S), e semplici antenne non direzionali per la ricezione. Le prime radio libere hanno tipicamente una connotazione politica di sinistra, ma tante nascono semplicemente dalla voglia di aggregazione e di lanciarsi di molti giovani. Database dei professionisti della radio, delle Emittenti Radiofoniche, Radio news, Corsi di Radio, servizi per le radio e tanto altro. Accanto al DAB, che, come detto, non riscuote un grande successo (stante l'assenza di un concreto valore aggiunto per l'utente della modulazione di frequenza), viene diffuso anche il DRM, considerato di qualità migliore e si sperimenta la tecnologia FMeXtra (che prevede la trasmissione simultanea di un pacchetto digitale unitamente a quello analogico in FM). A seguito della liberalizzazione la RAI inizia un processo di ristrutturazione interna per adeguarsi alle nuove esigenze del pubblico e per affrontare la concorrenza. Contemporaneamente si assiste alla scomparsa di molte radio minori. In effetti la concorrenza con la televisione si rivela perdente e il pubblico è in forte discesa. Nei territori della Repubblica Sociale, invece si diffonde, nonostante i tentativi di interferenza da parte dei tedeschi, l'ascolto clandestino delle radio nemiche: Radio Monteceneri, Radio Mosca, Radio Vaticana e soprattutto Radio Londra che, sebbene fossero proibite per legge e punite anche con la morte, erano l'unica fonte per conoscere la verità sull'andamento della guerra. qualità dei programmi, le dimensioni degli studi. Nel 1954 l'avvento della televisione spinge la radio a cercare nuove strategie per reggere la concorrenza del nuovo strumento. Alle 22.30 le trasmissioni venivano sospese per "far riposare le esauste valvole". Con il progetto "Radiorurale", nel 1933 la radio venne diffusa in tutte le scuole d'Italia e permise a molti studenti di approfondire la conoscenza della lingua italiana che a settant'anni dall'Unità d'Italia era ancora sconosciuta alla maggioranza degli italiani. Nel 1970, nella valle del Belice terremotata, sorse la prima "radio libera" della storia italiana, Radio Sicilia Libera, che peraltro fu zittita dopo un solo giorno di trasmissione[8]. Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie per le finalità indicate nella Cookie Policy. 4 Replies to “Gli anni d’oro della musica disco. ... qui adesso ed è stata una delle resposabili del successo della Radio… Libera il potere della tua voce, scopri il videocorso di dizione online. Dopo 50 anni di matrimonio, le coppie sono in genere sopravvissuto un numero qualsiasi di tragedie e benedizioni. Fra i programmi culturali ebbe particolare successo L'approdo[6]. Si deve a Costanzo Ciano, ministro delle poste nel primo governo Mussolini, il quale, intuendo l'enorme potenzialità della radio, la favorì con diversi provvedimenti legislativi, l'assegnazione della concessione definitiva all'Unione Radiofonica Italiana, che esordì il 6 ottobre 1924, in una sala in Via Maria Cristina a Roma, nelle vicinanze di Piazza del Popolo. Ricordiamo fra le radio che nascono in questi anni: Radio Milano International (poi Radio 101) (1975) destinata a diventare la prima grande rete privata nazionale; Radio International Music (1974) la prima (radio pirata) nata sul lago Maggiore operante a Verbania Pallanza in Via Albertazzi nota per i tanti artisti ospitati in diretta e le fantastiche notti con la presenza e il contributo attivo del famoso poeta Bruno Vilar, classificata al 10º posto in un concorso nazionale organizzato dal settimanale Grand Hotel. Gli anni d’oro della televisione italiana attraverso le sigle dei programmi più famosi da Studio Uno al Rischiatutto , da Perry Mason a Sandokan. Subito a casa, in tutta sicurezza. Bisogna in ogni modo ricordare che sotto la direzione di Leone Piccioni esordirono anche programmi di grande successo più tradizionali, come Gran varietà e La corrida[7]. La ricezione incontrava ancora notevoli difficoltà e spesso accompagnavano l'ascolto boati, scoppiettii, sibili. Tuttavia il declino degli ascolti è davvero pesante. Seguendo l'evoluzione tecnologica, la radio ha adottato diverse forme tecniche nel corso della sua pluridecennale storia: L'invenzione della radio è frutto di una serie di esperimenti tenuti alla fine dell'Ottocento che dimostravano la possibilità di trasmettere informazioni tramite le onde elettromagnetiche. Con un decreto il fascismo stabilì che l'informazione fosse gestita dall'agenzia Stefani, l'organo di stampa ufficiale del regime. RadioSpeaker è la vetrina per il tuo lavoro. Di solito trasmettono in modulazione di frequenza (FM), una tecnologia fino ad allora poco sfruttata, che garantisce una qualità più elevata. IL NUOVO SINGOLO “VENT’ANNI” È CERTIFICATO DISCO D’ORO Milano, 21 dicembre 2020 – “Vent’anni” il nuovo singolo dei Måneskin, uscito il 30 ottobre, è certificato disco d’oro. Nel 1936 da Roma-Prato Smeraldo fu avviato il primo trasmettitore a onde corte per l'estero. Gli anni '50: il periodo d'oro della radio italiana Passata la guerra, vengono ricostruiti gli impianti di diffusione e la radio che nel 1949 assume il nome di RAI (Radio Audizioni Italiane) inizia il suo periodo d'oro: il prezzo degli apparecchi scende vertiginosamente e la radio entra nelle case della maggioranza degli italiani. L’eugenetica, il grande affare della salute riproduttiva e la nuova bioschiavitù … Iscriviti, completa il tuo profilo e comincia subito a farti conoscere. Il 27 novembre, l'URI iniziava le sue comunicazioni regolari giornaliere. Nel primo anno, ben undici stazioni acquistarono i diritti dello show che poi divenne uno degli spettacoli più popolari nel periodo d’oro della radio. Del 1979, quarant’anni fa, la fondazione dell’emittente salesiana Incontri, presto fusa in un solo corpo con Radio Proposta Il rocker di Zocca, 68 anni, ha legato gran parte della sua storia professionale a Bologna fin dagli anni giovanili. Gli anni '50: il periodo d'oro della radio italiana, Gli anni '70: le radio libere e la crisi della RAI, Gli anni '80: dalle radio libere alle radio private, Gli anni '90: l'entrata in scena dei network nazionali, Il nuovo millennio: la radio ritorna all'antico splendore. Lo scoppio della seconda guerra mondiale e l'ingresso dell'Italia il 10 giugno 1940, favoriscono il lancio definitivo della radio che era all'epoca il mezzo più potente e più veloce, soprattutto per le comunicazioni belliche. Da un punto di vista tecnico è invece un'applicazione delle telecomunicazioni. OMAGGIO AGLI ANNI D'ORO DI RADIO MONTE-CARLO ITALIANO ... che ho realizzato a RADIO MONTE-CARLO Italia (anni 80 - 90). Fra i programmi più longevi di quest'epoca ci sono il talk show Radio anch'io di Gianni Bisiach e il programma di lirica Foyer (poi ribattezzato La barcaccia). Entra nella prima radio community italiana. 1 Aprile 2020 at 21:36 Grazie per la nuova chicca, aspetto sempre volentieri questo piacevole appuntamento. Da precisare che comunque, il presunto apparato costruito da Tesla, non è riuscito a trasmettere né a ricevere segnali e la sentenza è stata emessa dagli U.S.A. e non viene riconosciuta da nessun altro stato non U.S.A. Negli anni '20 inizia a concretizzarsi l'idea di diffondere contenuti sonori alle masse: nasce la radio come mezzo di comunicazione di massa. Pellicola autobiografica, Radio Days viaggia su due binari: il primo rievoca momenti di vita familiare di Allen, il secondo ripercorre gli anni magici della radio attraverso divi e generi allora in voga. Secondo una sentenza della corte statunitense, non riconosciuta in ambito internazionale, il primo a riuscirci fu Nikola Tesla nel 1893 in una conferenza pubblica a St. Louis, Missouri. Il tutto durò soltanto un'ora e mezza. Intanto erano state inaugurate le stazioni di Bolzano, Genova e Torino. Per informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy. Negli anni novanta si diffonde la formula del network a cui si adeguano le principali emittenti. Chi scrive un commento si assume la responsabilità di ciò che scrive. A ritrarre con la lente rosa della nostalgia gli anni d’oro della radio, i fatidici anni ’30, è il Woody Allen di Radio Days (1987). Nel corso della stessa sentenza si dà atto che le emittenti già attive in Italia sono circa 400. Nel 2012 l'UNESCO dichiara il 13 febbraio Giornata Mondiale della Radio perché in quel giorno, nel 1946, viene effettuata la prima trasmissione radio dalle Nazioni Unite. Gli anni d'oro della Musica Italiana December 24, 2020 at 10:14 AM Al Bano Carrisi & Romina Power cantano “Felice Natale” (Cover di “Ha ... ppy Xmas (War Is Over)” scritta da Paul Mccartney e … Nel 1938 il numero degli abbonati raggiunse il milione. La radio inizialmente si diffonde nel mondo secondo due modelli: un modello completamente libero affidato all'iniziativa privata e che si finanzia con la pubblicità, e un modello monopolistico affidato allo Stato e gestito come servizio pubblico. La diffusione di Internet e la nascita delle web radio alla fine degli anni novanta rilancia però straordinariamente la radio dandole nuova linfa ed una nuova sociologia. Leggi i miei articoli. La radio avvia la sua programmazione giornaliera e notturna. I nomi che verranno premiati giovedì 11 ottobre dalle 21 a Trieste, presso l'Arena Barcolana, per Cuffie d'Oro Lelio Luttazzi 2012, il Gran Premio della Comunicazione Radiofonica nazionale giunto alla … Nel gennaio 1928 l'URI divenne EIAR (Ente Italiano Audizioni Radiofoniche). Vuoi lavorare in radio ma non sai da dove cominciare? Dagli anni ’60 in avanti l’autore tratta il periodo d’oro di Alitalia, affrontando in alcuni capitoli argomenti importanti e praticamente inediti, come lo sviluppo del sistema computerizzato ARCO per le prenotazioni o l’impiego dei primi aerei cargo. Un programma manifesto di questo periodo è "Chiamate Roma 3131", tre ore di trasmissione quotidiana in diretta telefonica con gli ascoltatori su temi di costume e società, che allora stavano cambiando profondamente. Prima nel 1860 James Maxwell studiò il carattere ondulatorio della luce, dell'elettricità e del magnetismo; in seguito, Heinrich Hertz riuscì a produrre le onde elettromagnetiche. Le elezioni presidenziali americane del 1932, si caratterizzano proprio per la presenza della radio che trasmette e diffonde nelle case americane i programmi dei candidati dalla loro viva voce. La radio è il mezzo con cui avviene la trasmissione di contenuti sonori fruiti in tempo reale da più utenti situati in una o più aree geografiche (predisposte da apposite reti di telecomunicazione) e dotati di specifici apparecchi elettronici ed, eventualmente, specifici impianti di telecomunicazione. L'invenzione dell'autoradio e del transistor, trasformano la radio in un oggetto trasportabile ovunque e, negli anni del boom economico essa diventa la colonna sonora del nuovo senso di libertà che si diffonde soprattutto fra i giovani. Talvolta, molte di queste radio, trasmettevano i programmi in soluzioni economiche di fortuna: la romana RDS, ad esempio, aveva il suo studio in una soffitta, la prima emissione di Radio Gemini One di Torino avvenne da un garage, ma il caso più eclatante è quello della bolognese Radio Alice. Nel giugno del 1923 iniziarono le trasmissioni sperimentali della prima emittente italiana, il Radio Araldo di Roma, gestito dall'ingegner Ranieri, che nel successivo agosto ottenne una concessione provvisoria per trasmissioni radiofoniche sperimentali, grazie ai buoni rapporti con il Ministro delle Poste Giovanni Antonio Colonna di Cesarò[3]. Dal 2000 si diffonde, invero senza troppa convinzione, la nuova tecnologia DAB (Digital Audio Broadcasting) che lancia la nuova "radio del duemila". Nel 1935, in occasione dell'invasione italiana dell'Etiopia, si diffuse il genere della radiocronaca, ovvero della cronaca in diretta dai luoghi di battaglia e sull'andamento della guerra. Nel 1965 divenne direttore dei programmi radiofonici Rai Leone Piccioni, il quale reinventò la radio nell'era della televisione[7]. Si tratta delle cosiddette "radio pirata" che poi saranno chiamate "radio libere", un fenomeno tipico degli anni settanta. In Gran Bretagna nel 1919 il Post Office concesse una temporanea autorizzazione alla stazione Marconi di Chelmsford in Cornovaglia, che il 23 febbraio 1920 trasmise il primo regolare servizio radiofonico della storia, per due ore consecutive al giorno, per un periodo di due settimane.