Il vero discepolo. " Luke 14:15. All'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: Venite, è pronto. Martedì della XXXI settimana del Tempo Ordinario (Anno I) (04/11/2003) Vangelo: Lc 14,15-24 . Allora il padrone di casa, irritato, disse al servo: "Esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui poveri, storpi, ciechi e zoppi". 16 Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. 16:27 gt 88; w89 1/4 25. I primi invitati, che rifiutano la chiamata, sono invece quelli che credono di salvarsi con i loro mezzi e con le loro osservanze, ossia i farisei di tutti i tempi che però, a causa del loro rifiuto all'invito, non saranno giustificati e saranno esclusi perentoriamente dalla cena del Padre. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non vollero venire. Or egli è più agevole che il cielo e la terra passino, che non che un sol punto della legge caggia. 24 Perché io vi dico che nessuno di quegli uomini che erano stati invitati gusterà la mia cena"». Home Audio Lectio di Luca 14, 15-24. ... Visualizza Lc 4,16-30. 16 Gesù rispose: «Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti.17 All'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: Venite, è pronto.18 Ma tutti, all'unanimità, cominciarono a scusarsi.Il primo disse: Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego, considerami giustificato. 16 Ma i loro occhi erano impediti a riconoscerlo. E diceva pure a colui che lo aveva invitato: Quando fai un desinare o una cena, non chiamare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i vicini ricchi; che ta... Read verse in Riveduta 1927 (Italian) 16 Gli rispose: «Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. Jesús sana a un hidrópico. Allora il padrone di casa si adirò e disse al suo servo: "Va' presto per le piazze e per le vie della città, e conduci qua poveri, storpi, ciechi e zoppi". 22 E avvenne che, uno di quei giorni, Gesù salì su una barca con i suoi discepoli e disse loro: «Passiamo all'altra riva del lago». » (Luca 14,16-24) « Il regno dei cieli è simile a un re che fece un banchetto di nozze per suo figlio. All’ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: Venite, è pronto. Quello che non era considerato "degno", ora è chiamato Popolo di Dio. Read verse in Riveduta 1927 (Italian) Luca 14:16-23 E Gesù gli disse: Un uomo fece una gran cena, e v’invitò molti. [4 Mas ellos callaron. 19 Un altro disse: Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego, considerami giustificato. 19 Un altro disse: "Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego di scusarmi". 16 Gesù gli disse: «Un uomo preparò una gran cena e invitò molti; 17 e all'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: "Venite, perché tutto è già pronto". 13 Ed ecco, in quello stesso giorno due di loro erano in cammino per un villaggio di nome Èmmaus, distante circa undici chilometri da Gerusalemme, 14 e conversavano tra loro di tutto quello che era accaduto. Martedì della XXXI settimana del Tempo Ordinario (Anno II) (05/11/2002) Vangelo: Lc 14,15-24 . La risposta di Gesù viene data attraverso questa parabola, che ha per protagonista un uomo in procinto di dare inizio a una grande cena e che, per questo, sollecita gli invitati a partecipare attraverso un suo servo; con amara sorpresa, i convocati non accolgono l'invito per i motivi più disparati: l'acquisto di un campo o di un paio di buoi, o l'essersi appena sposato; da queste giustificazioni emergono, però, le reali cause del loro rifiuto: il possesso, il commercio e il piacere. 20 Un altro disse: Ho preso moglie e perciò non posso venire. Luca 14:16-24 Ma Gesù gli disse: Un uomo fece una gran cena e invitò molti; e all’ora della cena mandò il suo servitore a dire agl’invitati: Venite, perché tutto è già pronto. Gesù rispose: "Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. La parabola del banchetto trasmessa nel vangelo di Luca ha un forte sapore polemico. TESTO Commento su Luca 14, 15-24 padre Lino Pedron . Ma tutti, all’unanimità, cominciarono a … 16 Gesù gli disse: «Un uomo preparò una gran cena e invitò molti; 17 e all'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: "Venite, perché tutto è già pronto".18 Tutti insieme cominciarono a scusarsi.Il primo gli disse: "Ho comprato un campo e ho necessità di andarlo a vedere; ti prego di scusarmi". Un altro disse: "Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego, considerami giustificato". Il primo gli disse: "Ho comprato un campo e ho necessità di andarlo a vedere; ti prego di scusarmi". Luca 14. Nuova Riveduta: Luca 14,16-24. Luca 7:26-29; Matteo 21:32; Marco 1:45; Giovanni 11:48; 12:19 . Oggi scopriamo il significato dell’ora doppia 14:14! 16 Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. 2 Y he aquí estaba delante de él un hombre hidrópico. 16:28 gt 88; w89 1/4 25. 19 Maggio 2012. All'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: "Venite, tutto è pronto". 17 All'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: Venite, è pronto. 17 Y á la hora de la cena envió á su siervo á decir á los convidados: Venid, que ya está todo aparejado. La parabola del banchetto trasmessa nel vangelo di Luca ha un forte sapore polemico. Convito nella casca del Fariseo e guarigione di un idropico in giorno di Sabato. Oggi scopriamo il significato dell’ora doppia 14:14! Audio; Lectio di Luca 14, 15-24. 1 CAPO 14 - ANALISI. Ma tutti, all'unanimità, cominciarono a scusarsi. 1. 2 Ed ecco, davanti a lui c’era un uomo affetto da idropisia. 15 Mentre conversavano e discutevano insieme, Gesù in persona si avvicinò e camminava con loro. 18 Ma tutti allo stesso modo cominciarono a scusarsi. Ma tutti, all'unanimità, cominciarono a scusarsi. 19 E un altro disse: "Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego di scusarmi". 22 Poi il servo disse: "Signore, si è fatto come hai comandato e c'è ancora posto". (Rm 9,25-26). ... 24 Poi aggiunse: «In verità io vi dico: nessun profeta è bene accetto nella sua patria. La salvezza del Signore è qualcosa di tanto meraviglioso e generoso quanto può esserlo un banchetto nuziale che viene esteso gratuitamente a chi sta morendo di fame e di freddo per strada. (Per altri casi in cui ricorre questo verbo, vedi At 7:56, “aperti”; 16:14, “aprì pienamente”; 17:3, “spiegando”.) Luca precisa che le scuse addotte dagli invitati non sono minimamente sostenibili. Gesù rispose: "Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. 17:6 g96 8/8 22, 23. 16 Sumagot si Jesus, “Isang lalaki ang naghanda ng isang malaking salu-salo, at marami siyang inanyayahan. 16:26 jy 209; gt 88; w89 1/4 25. 15 Uno dei commensali, avendo udito questo, gli disse: «Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!». I giudei pensavano che il banchetto fosse offerto unicamente a loro, a prescindere dalla loro partecipazione attiva; è invece aperto a tutti i popoli, anche a coloro che venivano considerati impuri dagli ebrei. Luca chiaramente ha tratto l’ispirazione dal vangelo secondo Matteo, cap.22, in cui questo elemento emerge con forza. Luc 14 15 Un de ceux qui étaient à table, après avoir entendu ces paroles, dit à Jésus: Heureux celui qui prendra son repas dans le royaume de Dieu! 24, furono tutti pronunziati in quella casa. Vangelo di Luca - Capitolo 12 Parlare apertamente e senza timore [1]Nel frattempo, radunatesi migliaia di persone che si calpestavano a vicenda, Gesù cominciò a dire anzitutto ai discepoli: «Guardatevi dal lievito dei farisei, che è l'ipocrisia. 18 Ma tutti, all'unanimità, cominciarono a scusarsi. palo di tortura Vedi approfondimento a Mt 16:24. 16:25 jy 209. Luca chiaramente ha tratto l’ispirazione dal vangelo secondo Matteo, cap.22, in cui questo elemento emerge con forza. 23 Il padrone allora disse al servo: Esci per le strade e lungo le siepi, spingili a entrare, perché la mia casa si riempia. 18 Tutti insieme cominciarono a scusarsi. TESTO Commento Luca 14,15-24 Paolo Curtaz . Fino agli inferi precipiterai! Vediamo se ho capito bene: il Regno è come una bella festa di nozze. 16:31 gt 88; w89 1/4 25. Lc 14, 15-24 [powerpress] Fonte: Padri Gesuiti di Villapizzone. 21 Al suo ritorno il servo riferì tutto questo al padrone. Il padrone allora disse al servo: "Esci per le strade e lungo le siepi, spingili a entrare, perché la mia casa si riempia". El primero le dijo: He comprado una hacienda, y necesito salir y verla; te ruego que me des por excusado. Il primo disse: Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego, considerami giustificato. Luca 14:1-35— Leggi la Bibbia online o scaricala gratuitamente. Luca 14,16-24 Follia e Grazia . Luca 14-16 Conferenza Episcopale Italiana (CEI) Guarigione di un idropico in giorno di sabato. 14 Aconteció un día de reposo, [] que habiendo entrado para comer en casa de un gobernante, que era fariseo, éstos le acechaban. 18 Ma tutti, all'unanimità, cominciarono a scusarsi. » (Luca 14,16-24) « Il regno dei cieli è simile a un re che fece un banchetto di nozze per suo figlio. Al suo ritorno il servo riferì tutto questo al padrone. Vedi nota Matteo 5:17-18. Gesù rispose: "Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. 2 Davanti a lui stava un idropico. 23 Il signore disse al servo: "Va' fuori per le strade e lungo le siepi e costringili a entrare, affinché la mia casa sia piena. 21 Così quel servo tornò e riferì queste cose al suo signore. Il signore non controbatte e neanche insiste, ma ordina al servo: "esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui poveri, storpi, ciechi e zoppi". 20 Un altro ancora disse: "Ho preso moglie e perciò non posso venire". 17:3 g95 8/8 10. Enciclopedia Indice - Vangeli indice Vangelo di Luca. 16 Gesù rispose: «Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. Una di quelle dove ci si diverte, si chiacchiera, si mangia e si beve a dovere, ci si sente a proprio agio. 24 Perché vi dico: Nessuno di quegli uomini che erano stati invitati assaggerà la mia cena. Dal capitolo 6 all'11 - Dal capitolo 20 al 24. 3 Entonces Jesús habló a los intérpretes de la ley y a los fariseos, diciendo: ¿Es lícito sanar en el día de reposo? Il vero discepolo. " Luca ci presenta il banchetto di un "un uomo", che qui rappresenta Dio desideroso di festeggiare con una gran cena il sodalizio con i suoi eletti (il Popolo di Israele) e che, in conseguenza al loro rifiuto, non annulla il banchetto ma rivolge quell'invito a nuovi ospiti, al suo nuovo popolo formato tanto dai giudei quanto dai gentili, dai sacerdoti quanto dagli zoppi, storpi o pagani. E presero il largo. 22 Il servo disse: Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c'è ancora posto. 16:24 jy 208, 209; it-1 650; gt 88; w89 1/4 24, 25. 17 All'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: «Venite, è pronto». Per entrarci, però, bisogna volerlo e si devono compiere buone azioni. Ang sabi ng una, ‘Nakabili ako ng bukid at kailangan ko itong puntahan. Costoro prendono il posto dei primi invitati che però hanno rifiutato, sono coloro che la dottrina farisaica escludeva dal regno di Dio: Gesù spalanca anche a loro la via che conduce alla "cena" del regno di Dio. 14 Un Sabato Gesù andò a mangiare a casa di un capo dei farisei.+ I presenti lo osservavano attentamente. (Vedi approfondimenti a Mt 4:23; 24:14 e Glossario, “buona notizia”.) Luca 16:1-31— Leggi la Bibbia online o scaricala gratuitamente. Allora ne avrai onore dinanzi a tutti quelli che saran teco a tavola. E chi disprezza me disprezza colui che mi ha mandato». 16 Gesù rispose: «Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. 15 Mentre conversavano e discutevano insieme, Gesù in persona si avvicinò e camminava con loro. Luca 14,16-24. La Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture è pubblicata dai Testimoni di Geova. Luca 16:29,31; Matteo 11:9-14; Giovanni 1:45; Atti 3:18,24-25. When one of them that sat at meat heard these things, being touched therewith, he said, Blessed is he that shall eat bread in the kingdom of God — Blessed is the man who shall live in the time of the Messiah, and share the entertainments he will prepare for his people, when these virtues of humility, condescension, and charity shall flourish in all their glory. Per costoro il possesso, il commercio e il piacere sono più importanti di Dio. E avverrà che, nel luogo stesso dove fu detto loro: "Voi non siete mio popolo", là saranno chiamati figli del Dio vivente". Il Regno di Dio è come un banchetto aperto a tutti. TESTO Commento su Luca 4,16-30 padre Lino Pedron . Questo è il messaggio stupefacente dell'amore infinito di Dio, qualcosa da vivere e condividere ogni giorno della nostra vita. Nel sito è possibile trovare moltissimi file mp3 relativi a Lectio su tutti e quattro i Vangeli. Durante il suo viaggio, Gesù fu nuovamente, invitato da un Fariseo, che forse era il capo della sinagoga di quel paese, a desinare in casa sua, in giorno di Sabato, e i detti di Cristo ricordati in questo capitolo, fino al vers. 17 A l'heure du souper, il envoya son serviteur dire aux conviés: Venez, car tout est déjà prêt.… Luca pone la parabola in mezzo a una discussione ad ampio respiro tra Gesù ed i farisei, presentandola come risposta alla provocazione di uno dei loro capi, che lo avevo invitato a mangiare con loro ma non aveva mancato di osservare come il suo agire non fosse "conforme" alla Legge. Dal Vangelo di Luca Capitolo 14, Versetti 16-24. Allora prese l’uomo, lo guarì e lo lasciò andare. Ed all’ora della cena, mandò il suo servitore a dire agl’invitati: Venite, perciocchè ogni cosa è già apparecchiata. La Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture è pubblicata dai Testimoni di Geova. Leggiamo, cosi, quanto troviamo nel vangelo secondo Luca, al capitolo 14 dal versetto 25 al 33. Or grandi folle andavano a lui, ed egli si rivolse loro e disse: «Se uno viene a me e non odia suo padre e sua madre, moglie e figli, fratelli e sorelle e perfino la … Read verse in Riveduta 1927 (Italian) 22 Poi il servo gli disse: "Signore, è stato fatto come hai comandato, ma c'è ancora posto". Luca 14:16-24 Ma Gesù gli disse: Un uomo fece una gran cena e invitò molti; e all’ora della cena mandò il suo servitore a dire agl’invitati: Venite, perché tutto è già pronto. 24 Perché io vi dico che nessuno di quegli uomini che erano stati invitati, assaggerà la mia cena"». In quel tempo, uno dei commensali disse a Gesù: "Beato chi mangerà il pane nel regno di Dio!" Perché vi dico: Nessuno di quegli uomini che erano stati invitati assaggerà la mia cena". Vangelo secondo Luca. Luca 14,16-24 Follia e Grazia . Dal capitolo 12 al 19. Significato dei Numeri: numero Sedici – 16 Simbologia e significato del numero Sedici Il numero Sedici rappresenta l’essenzialità e il cambiamento e, gli individui sotto la sua influenza si ergono a veri e propri catalizzatori che incitano, anche chi li circonda, al cambiamento. 17:5 it-1 921; w06 1/10 18; w95 1/6 17, 18; w91 15/9 14-16; w87 15/7 5. Dal Vangelo secondo Luca 14,15-24 In quel tempo, uno dei commensali disse a Gesù: “Beato chi mangerà il pane nel regno di Dio!” Gesù rispose: “Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. 18 Y comenzaron todos á una á excusarse. Il "servo", nominato cinque volte nel racconto della parabola, è Gesù stesso, e l'ora della cena rappresenta la venuta di Gesù, che coincide con il banchetto nuziale. Egli mandò i suoi servi a chiamare gli invitati alle nozze, ma questi non vollero venire. Luca 14:16-24 Conferenza Episcopale Italiana (CEI). 17 All'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: Venite, è pronto. Nella Bibbia la cena è un'immagine ricorrente della salvezza che Dio offre a tutti i popoli. 15 Uno dei commensali, avendo udito ciò, gli disse: «Beato chi mangerà il pane nel regno di Dio!». Il primo disse: "Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego, considerami giustificato". Gesù guarisce un idropico Lu 6:6-11; 13:10-17; Mt 12:9-13 1 Gesù entrò di sabato in casa di uno dei principali farisei per prendere cibo, ed essi lo stavano osservando, 2 quando si presentò davanti a lui un idropico.3 Gesù prese a dire ai dottori della legge e ai farisei: «È lecito o no fare guarigioni in giorno di sabato?»Ma essi tacquero. 16 Ma i loro occhi erano impediti a riconoscerlo. 16 Et Jésus lui répondit: Un homme donna un grand souper, et il invita beaucoup de gens. 17 All'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: Venite, è pronto. 13 Ed ecco, in quello stesso giorno due di loro erano in cammino per un villaggio di nome Èmmaus, distante circa undici chilometri da Gerusalemme, 14 e conversavano tra loro di tutto quello che era accaduto. Dal Vangelo secondo Luca 14,15-24. Ma tutti, all'unanimità, cominciarono a scusarsi. La Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture è pubblicata dai Testimoni di Geova. Read verse in Giovanni Diodati 1649 (Italian) Luca 16:1-31— Leggi la Bibbia online o scaricala gratuitamente. Infatti nessuno comprava un campo senza prima vederlo, o comprava dei buoi senza provarli, oppure poteva rifiutare un simile invito perché appena sposato. Un altro disse: "Ho preso moglie e perciò non posso venire". 24 Perché vi dico: Nessuno di quegli uomini che erano stati invitati assaggerà la mia cena». Allora il padrone di casa, pieno di sdegno, disse al suo servo: "Presto, va' per le piazze e per le strade della città, conduci qua i mendicanti, i mutilati, gli zoppi e i ciechi". 17:4 jy 210; g95 8/8 10. 16 Allora Gesù gli disse: «Un uomo fece una gran cena e invitò molti; 17 e, all'ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: "Venite, perché è già tutto pronto". Leggiamo, cosi, quanto troviamo nel vangelo secondo Luca, al capitolo 14 dal versetto 25 al 33. Luca 14:10 Ma quando sarai invitato, va a metterti all’ultimo posto, affinché quando colui che t’ha invitato verrà, ti dica: Amico, sali più in su. 330. 18 Ma tutti, all'unanimità, cominciarono a scusarsi. Significato ore doppie: 14:14, continua a provarci Gli angeli custodi utilizzano vari modi per mettersi in contatto con noi e le ore doppie sono uno di questi. 3 Rivolgendosi ai dottori della legge e ai farisei, Gesù disse: «E' lecito o no curare di sabato?». Leggi il capitolo completo: Luca 14 Luca 14 23 Luca 14 24 Luca 14 25 Luca termina il racconto con una frase lapidaria, che chiude le porte a coloro che erano stati invitati originariamente, per aprirle verso il futuro che ora appartiene ai nuovi invitati. 16:29 gt 88; w89 1/4 25. 23 Ora, mentre navigavano, egli si addormentò. Or grandi folle andavano a lui, ed egli si rivolse loro e disse: «Se uno viene a me e non odia suo padre e sua madre, moglie e figli, fratelli e sorelle e perfino la … Luca usò lo stesso verbo greco e uno affine nel riportare l’occasione in cui Pietro rinnegò Gesù (Lu 22:34, 57, 61; vedi approfondimento a Mt 16:24). La polemica si rivolge in primo luogo contro quei giudei che non hanno accolto la predicazione apostolica. 17 17. Lectio al Vangelo di Luca fatta dalla Comunità dei Padri Gesuiti di Villapizzone. Allora il padrone di casa, irritato, disse al servo: Esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui poveri, storpi, ciechi e zoppi. Lucas 14:16-24 Reina-Valera Antigua (RVA) 16 El entonces le dijo: Un hombre hizo una grande cena, y convido á muchos. Regno di Dio In tutte le Scritture Greche Cristiane la buona notizia è strettamente collegata al Regno di Dio, tema dell’opera di predicazione e di insegnamento di Gesù.