L'immagine è quella di un inquietante maschera raffigurante un Pippo un po' deformato. Ma quello che "Jonathan Galindo" (questo il nome del profilo da cui arriva il contatto) propone di fare sui social è tutto fuorché un gioco. Ancona, 8 luglio 2020 - Jonathan Galindo è tra noi. Jonathan Galindo, il nuovo fenomeno che preoccupa i genitori, a metà tra Blue Whale e Momo: challenge pericolosa che spinge all'autolesionismo. è un tizio che indossa un makeup orribile che sembra la versione horror di Pippo. da Johnatan Galindo, un meme nato nelle famigerate lande di 4chan e diffuso tra il giovanissimo e impressionabile pubblico di TikTok dai cosiddetti griefer, fino al Black Out game, passando per il Blue Whale. Dopo la tragedia del bambino di 11 anni di Napoli che si è suicidato, è caccia all’uomo nero.Secondo quanto ricostruito fin’ora dalle forze dell’ordine, il piccolo prima di compiere il disperato gesto, ha lasciato un biglietto alla sua famiglia. Jonathan Galindo, l’ennesimo codardo da smascherare "Vi amo ma devo seguire l'uomo con il cappuccio".Da qui il collegamento con il gioco e con un uomo con un cappuccio nero che ha le sembianze di Pippo della Disney, il quale richiede l’amicizia su ogni canale social possibile (Facebook, Instagram, TikTok, Twitter), scegliendo quasi sempre giovanissimi e lanciando … Il caso Jonathan Galindo un reale pericolo. Il suo nome è Jonathan Galindo: non è una persona in carne e ossa, ma un inquietante personaggio con una maschera da Pippo deforme e sorridente che sta letteralmente invadendo le chat di WhatsApp, ma soprattutto sta creando vero e proprio terrore tra gli adolescenti, spingendoli a partecipare a … C’è grande mistero attorno al caso di Jonathan Galindo. Sicuramente non si tratta di un essere mostruoso ma di una inquietante maschera che raffigura uno strano Pippo deformato. Ecco quando è nata la maschera del Pippo umano da Rita Caridi 7 Ottobre 2020 15:49 Prima di tutto arriva un messaggio: “Vuoi giocare?”. Ma questo è … Jonathan Galindo è quindi l’ultima incarnazione della “sfida mortale orchestrata da psicopatici che predano i bambini su internet”. La notizia che ha sconvolto l’Italia ha riportato l’opinione pubblica ai tempi della Blue whale e di altre sfide da fare online al limite della integrità umana. Di Jonathan Galindo ne hanno parlato i giornali in tutto il mondo. Jonathan Galindo, parla il creatore della maschera del Pippo umano | Notizie.it Mentre le forze dell'ordine stanno cercando di risalire all'identità di Jonathan Galindo, sul web il creatore della maschera racconta la sua verità. Ho risposto… *non fatelo* Jonathan Galindo mi ha scritto su Fortnite e ho risposto… *non dovevo farlo* Scrivo a Jonathan Galindo in chat! «Altri bambini e ragazzi più grandi avevano già sentito parlare di quell’uomo nero con la faccia di Pippo perché almeno altri due adolescenti erano stati contattati sui social da Jonathan Galindo».E poi ancora: «Mio figlio era un compagno di classe del bimbo – ha … Jonathan Galindo, una maschera con le fattezze di Pippo, invierebbe ai minori un link per dare inizio al gioco, una serie di sfide di coraggio che sfociano in atti autolesionistici, fino ad arrivare nei casi estremi alla morte. Scrivo a Jonathan Galindo *epico* Ci siamo capiti. L’ipotesi è che il bambino sia diventato vittima del gioco Jonathan Galindo, in cui un uomo col cappuccio nero, dopo aver agganciato i piccoli sui social, li trascina in sfide e prove fino alla morte. Un altro incubo del web si sta facendo strada nelle ultime ore: Jonathan Galindo. Quindi, Jonathan Galindo è solo un personaggio non reale che presta la faccia a qualcun altro o qualcos’altro. L’esperta di leggende metropolitane Sofia Lincos (Cicap-Ceravolc) ha seguito dalla nascita anche questo fenomeno, e già a luglio notava che Jonathan Galindo era una specie di chimera tra Blue whale e Momo. E i giovani sono costretti, per giocare, a … Andando a ritroso si scopre che la prima segnalazione è datata 2017 in Messico poi l’anno successivo lo ritroviamo in India, Vietnam, Spagna e Brasile. Sembra ci sia Jonathan Galindo, un personaggio che ricorda Pippo della Disney, inscenato da qualcuno che si è divertito a rubare la maschera creata da un famoso produttore cinematografico e ad usarla per giochi pericolosi. I mostri della rete sembrano avere trovato casa in TikTok, il social cinese dedicato ai giovanissimi Una volta accettato il messaggio si entra in un incubo. Jonathan Galindo è quindi l’ultima incarnazione della “sfida mortale orchestrata da psicopatici che predano i bambini su internet”. Jonathan Galindo (da Facebook. Nel corso degli ultimi anni, lo spettro di Galindo è arrivato anche in Italia. WhatsApp: arriva un nuovo incubo, chiamato Jonathan Galindo. Sfruttando l’impatto mediatico che acquisì alcuni anni fa la Blue Whale, è nato un nuovo gioco che presenta le stesse caratteristiche, ovvero portare giovani ragazze e ragazzi al suicidio.Il gioco rappresentava una vera e propria sfida che consisteva nel togliersi la vita dopo diversi giorni dall’inizio del gioco. Quei cento Pd senza identità ... Il tutto nasce da una maschera creata da Samuel Catnipnik, un produttore di effetti speciali cinematografici, per scherzo. Ora devo seguire l’uomo col cappuccio nero”. Specie nei social e nelle chat tra compagni di scuola di 12-13enni. Chi è Jonathan Galindo e come è nato questo fenomeno. ... in questo caso quella di una persona truccata con una maschera … Jonathan Galindo, la Blue Whale e il “web cattivo” ... visto che chiunque può pubblicarci sopra senza filtri e neppure controlli di sorta, anche se nel caso di questo pezzo l’autore spiegava fin da subito la situazione in maniera completa. *Inquietante* Jonathan Galindo: come sono sopravvissuto. Tempo di lettura - 3 minuti L’allarmismo nei confronti di Jonathan Galindo, la faccia di Pippo deformato sorridente con sembianze un po’ horror, dopo Sud America e Spagna, è arrivato anche in Italia.. Una costruzione, una maschera, un momo.. Che si diffonde sui social tramite profili fake (soprattutto tra il giovanissimo e impressionabile pubblico di TikTok). un personaggio con una maschera somigliante a Pippo, l’amico del celebre Topolino della Walt Disney. Chi è Jonathan Galindo, la maschera social che incita a gesti estremi. Si è lanciato dal balcone, forse per rispondere ad una challenge, una delle tante sfide che corrono sul web tra gli adolescenti. Per capire chi è realmente Jonathan Galindo, non si può non citare quelle che nel gergo della rete vengono chiamate, soprattutto tra i giovani, Creepypasta. L’esperta di leggende metropolitane Sofia Lincos (Cicap-Ceravolc) ha seguito dalla nascita anche questo fenomeno, e già a luglio notava che Jonathan Galindo era una specie di chimera tra Blue whale e Momo. Jonathan Galindo, detto anche Pippo deformato, si rivolge ai giovani tramite un messaggio privato, in cui chiede se "vogliono giocare". Dalla maschera “fursona” di Dusky Sam, al creepypasta latino-americano, fino alla fantomatica "challenge mortale", su TikTok Jonathan Galindo diventa un trend dell’estate 2020. Adolescenti come vittime della Shoah, la Holocaust Challenge su Tik Tok tra sensibilizzazione e banalizzazione; Cos’è la Benadryl Challenge, la sfida su TikTok che ha provocato la … Una bambina di 10 anni partecipa ad un challenge sul web e muore. «Altri bambini contattati da Jonathan Galindo» Una mamma-psicologa ha parlato al Messaggero della tragedia. Jonathan Galindo: si tratta davvero di uno spaventoso gioco mortale indirizzato ai giovani? Jonathan Galindo: quello che non vi hanno mai detto. Gli inquirenti stanno ancora indagando, ma si suppone che il piccolo si riferisse a Jonathan Galindo. A… Continua a leggere Jonathan Galindo: cosa sappiamo sulla maschera “creepypasta” di Pippo Si tratta di storie inquietanti inventate dagli avventori di internet, spesso ragazzini, e fatte diventare virali. Jonathan Galindo è un personaggio “misterioso” del web, un uomo con una maschera inquietante (è davvero inquietante, perché rispetta i canoni orrorifici che in questa epoca ci fanno paura), raffigurante il famoso cane Pluto, questa volta però nella versione deforme. Cosa c’entra Jonathan Galindo con la morte del bambino a Napoli? Esiste davvero Jonathan Galindo? La storia creepypasta del 2020 ha un nome e un cognome: Jonathan Galindo, una maschera con le fattezze e le sembianze di Pippo che sarebbe arrivata anche in Italia. Non si tratta di una persona in carne e ossa ma di un’inquietante maschera raffigurante un Pippo deformato con le sembianze umane. Jonathan Galindo, Blue Whale: perché si diffondono? Il suo nome è Jonathan Galindo e non è una persona in carne e ossa ma un inquietante personaggio con una maschera da Pippo deformato sorridente che sta letteralmente invadendo le chat di WhatsApp ma soprattutto sta creando vero e proprio terrore tra gli adolescenti perché li sta spingendo a realizzare giochi pericolosi che potrebbero finire molto male. Redazione. Non è una persona in carne e ossa ma possiede comunque le sembianze umane. Non è certo la prima volta che si sente parlare di Blackout Challenge. È morto così un bambino di 11 anni di Napoli, che ha lasciato ai genitori un biglietto straziante: “Mamma e papà vi amo, ma devo seguire l’uomo con il cappuccio”. Tutto nasce da Samuel Catnipnik, un produttore di effetti speciali cinematografici che nel 2012 ha realizzato questa particolare maschera, come lui … Mentre le forze dell'ordine stanno cercando di risalire all'identità di Jonathan Galindo, sul web il creatore della maschera racconta la sua verità. Ma chi è Jonathan Galindo? Jonathan Galindo, però, non esiste realmente. L’idea del bizzarro costume nasce dalla fantasia di un videomaker americano, Dusky Sam, che, però, con il fenomeno horror non c’entra assolutamente nulla. Prima di Jonathan Galindo c’è stato Blue whale, ... per fortuna senza arrivare mai a un punto di non ritorno. Jonathan Galindo mi ha chiamato su Fortnite!! È solo una leggenda del web nata per spaventare.