Dai Tō-A Sensō), è parte integrante della seconda guerra mondiale ed è stata combattuta tra l'Impero giapponese (una delle potenze dell'Asse) e gli Alleati, principalmente gli Stati Uniti d'America e l'Impero britannico. Iniziata a metà agosto, l'offensiva nipponica andò incontro a ogni genere di difficoltà in questo selvaggio territorio mentre lo sbarco fu sventato. Il Giappone nella WW2 Arianna Tasca OBBIETTIVO Obbiettivo Il Giappone aveva come principale scopo di controllare i territori dell’Asia Orientale e del Pacifico occidentale. Il Giappone nella Seconda Guerra Mondiale di ele.ci.smile2003 (Medie Inferiori) scritto il 04.06.19 L’entrata in guerra del Giappone nella Seconda guerra Mondiale, fu un avvenimento molto significativo per la conclusione di essa; questo perché l’entrata in guerra dei … [182] Il 5 aprile l'Unione Sovietica denunciò il trattato di non aggressione stipulato quasi quattro anni prima, annuncio che si ripercosse negativamente sul governo Koiso: il generale Korechika Anami, figura di spicco del militarismo nipponico, divenne Ministro della guerra, mentre la carica di Primo ministro andò per volontà dell'imperatore al pacifista Suzuki Kantarō. Il pomeriggio del 12 aprile il presidente Roosevelt morì di emorragia cerebrale e fu sostituito dal suo vice Harry Truman; egli venne subito posto al corrente che una nuova arma, fino ad allora sconosciuta e sviluppata in gran segreto, era ormai pronta per essere collaudata. Nei primi anni trenta si scatenarono dunque feroci lotte politiche e una serie di omicidi e attentati a esponenti dei movimenti moderati che avrebbero dovuto sfociare in colpi di stato, spesso compiuti da società segrete tradizionaliste e affiliate ai militari. [27] I giapponesi si rivolsero allora a violente azioni in risposta a questo groviglio politico-militare, quali massacri, fucilazioni di massa, sperimentazione di armi chimiche e biologiche ai danni della popolazione rurale, l'uso di civili per fini pseudomedici, nella speranza che il puro terrore potesse spezzare la volontà di resistenza cinese. [82][83], Durante la campagna nelle Indie Olandesi gli Alleati usufruivano dell'appoggio logistico fornito da Darwin, nel nord-ovest dell'Australia, che fungeva anche da base di ripiego per le navi danneggiate e dispensatrice di soccorsi per i combattimenti in corso: i comandanti giapponesi decisero perciò di attaccarla. Foto Militari della Seconda Guerra Mondiale. [209], Le prime gravi fratture con l'Unione Sovietica furono infine la causa prima della rinascita economica nipponica, caldeggiata dagli Stati Uniti per disporre di un saldo alleato in Asia: sebbene gravemente menomato dai bombardamenti, il Giappone possedeva ancora strutture basilari (come il settore tessile) e un apparato organizzativo-burocratico efficiente e uso a ricevere ordini, cosa che facilitò il lavoro di esperti e pianificatori statunitensi. Gli Stati Uniti, consci della loro superiorità e dello stato di prostrazione nipponico, pianificarono la conquista delle due posizioni per poi procedere con l'invasione finale del Giappone. [199], Il 17 il governo fu sciolto e divenne Primo Ministro il principe Naruhiko Higashikuni, che si impegnò a soffocare le rivolte di quei reparti ancora intenzionati a combattere per permettere un'incruenta occupazione del territorio nazionale: l'obiettivo fu raggiunto il 28 agosto e dal giorno successivo i primi reparti della 11ª divisione aviotrasportata atterrarono vicino a Tokyo. [137] Il più importante incontro tra i vertici alleati si svolse a Teheran tra Churchill, Roosevelt e Stalin, che per la prima volta dalla presa del potere lasciava il suo paese: i "Tre Grandi", tra il 28 novembre e il 1º dicembre, si accordarono per la data dello sbarco in Francia e perché i sovietici intervenissero nella guerra contro il Giappone il prima possibile. [15][20] Si assistette anche a un incremento di sentimenti antieuropei e ostili all'occidente in generale, mentre si rafforzarono gli atteggiamenti di superiorità nei confronti dei popoli asiatici vicini in virtù del rapido progresso tecnologico vissuto dal Giappone. Please try again. [14] Tra il 1920 e il 1921, però, la crisi industriale postbellica guastò la floridezza economica giapponese: le esportazioni caddero di colpo mentre le importazioni di alimenti, acciaio e petrolio provocarono un grave deficit statale. Messerschmitt Me 262. Releases January 22, 2021. Al 15 maggio 1942 l'esercito imperiale si era attestato sulla riva sinistra del fiume Chindwin minacciando l'India; solo nell'estremo nord della Birmania resistevano truppe cinesi rifornite da un ponte aereo. Duramente sconfitto nella Seconda guerra mondiale e quindi occupato dagli Stati Uniti tra il 1945 e il 1951, il Giappone è oggi una delle più grandi potenze economiche del mondo. [119] Mentre i giapponesi si riorganizzavano attestandosi a pochi chilometri dall'India, il generale britannico Orde Charles Wingate riuscì a costituire nonostante l'opposizione di alcuni alti ufficiali un reparto speciale per effettuare azioni da guerriglia nelle retrovie nipponiche in Birmania, rendere possibile una controffensiva alleata e scuotere la sicurezza giapponese. La sconfitta fece grande impressione nei comandi dell'armata del Kwantung, che da allora in avanti considerarono la Russia bolscevica il peggior nemico del Giappone. Gli statunitensi subirono allora numerosi bombardamenti aerei e navali, e il 22 dicembre i giapponesi toccarono terra; dopo alcuni scontri il 23 dicembre Wake si arrese. I protagonisti, i mezzi, le armi e le grandi battaglie della Seconda Guerra Mondiale.Aerei, navi e carri armati, uomini, armi e battaglie, fotografie, risorse ed approfondimenti sulla Seconda Guerra Mondiale. [208] Il 19 gennaio 1946 fu attivato il Tribunale militare internazionale per l'Estremo Oriente, un organo che giudicò 28 imputati giapponesi: il processo di Tokyo durò fino al 12 novembre 1948 ed emanò sette condanne a morte (compresa quella di Hideki Tōjō) e sedici ergastoli. Il governo civile giapponese, impotente, accettò il fatto compiuto mentre le industrie nipponiche videro nelle ricche risorse naturali della Manciuria grandi possibilità di crescita. Per l'invasione delle Filippine (operazione Roi II) gli Stati Uniti avevano riunito la più grande armata che si fosse finora vista nel Pacifico, comprendente centinaia di navi di ogni tipo e un bene addestrato corpo di spedizione. [11] Nel 1900 il Giappone intervenne con le potenze europee contro la ribellione dei Boxer, acquisendo ulteriore importanza internazionale: nel 1902 fu firmato un trattato con la Gran Bretagna e la successiva vittoria nella guerra contro la Russia zarista consentì di occupare integralmente la Corea, poi annessa nel 1910, la metà dell'isola di Sachalin e di porre le basi per una successiva penetrazione economico-militare in Cina. Dall'aprile 1944, sull'onda dei successi ottenuti con l'arma aerea in Europa, anche nel teatro del Pacifico fu applicata la pratica dei bombardamenti strategici per fiaccare la resistenza avversaria, bloccare la produzione industriale, atterrire la popolazione, inchiodare l'aviazione imperiale lontano dai teatri operativi. La Francia non volle rinunciare all'Indocina che il 2 settembre Ho Chi Minh aveva dichiarato indipendente come repubblica,[210] e fin dall'8 settembre condusse con l'appoggio di soldati britannici, indiani e giapponesi rilasciati l'operazione Masterdom per ristabilire il governo coloniale sul paese e rintuzzare il locale movimento comunista;[211] la guerra contro i Viet Minh si trascinò fino alla Battaglia di Dien Bien Phu nel 1954, grave sconfitta francese. Vicino alla base alleata la colonna giapponese fu respinta dagli australiano-statunitensi di MacArthur, il quale fece così fallire la Campagna della pista di Kokoda nipponica e nella successiva battaglia di Buna-Gona riconquistò entro la fine di dicembre Buna e Gona; per il mese di gennaio 1943 l'intera Nuova Guinea sudorientale era in mano agli Alleati. [130][131], La sconfitta sofferta a Guadalcanal aveva spostato il perimetro difensivo nipponico nelle Salomone centrali, facendo sfumare ogni progetto offensivo verso l'Australia, ormai irrealistico nonostante la foga con cui era difeso dai capi dell'esercito imperiale. Nonostante la resistenza giapponese, le posizioni di rilevanza strategica vennero conquistate e per il mese di luglio le guarnigioni nipponiche erano state annientate o relegate nelle loro stesse piazzeforti, mettendo così fine alla campagna. [18] La condanna scosse il prestigio dei militari, che videro diminuire la loro influenza nella prima metà del 1933. Con la sua capitolazione l'Impero nipponico si assicurava un ricco e vasto dominio e gli essenziali rifornimenti di carburante. [98] L'incursione, simbolica e operativamente insignificante, provocò grande costernazione nel Gran Quartier Generale e contribuì ad affrettare i preparativi dell'Operazione Mo. lett. [41][42] Costui, mantenendo aperti i canali diplomatici con gli Stati Uniti, affrettò la stesura dei piani di conquista del Pacifico, abbozzati nel 1938 e già messi allo studio da settembre per regalare al Giappone il controllo di una vasta area detta "Sfera di co-prosperità della Grande Asia orientale". La causa dello scoppio della seconda guerra mondiale fu sicuramente il contrasto ideologico-politico-economico tra le dittature nazifasciste e gli altri stati europei. After viewing product detail pages, look here to find an easy way to navigate back to pages you are interested in. Guam fu bombardata il 7 dicembre e conquistata dai giapponesi senza difficoltà il 10 dicembre. [15], La violenza dell'azione militare giapponese in Manciuria, in flagrante contrasto con la nozione di autodeterminazione dei popoli e l'impegno a rispettare l'integrità della Cina condussero ad aspre critiche da parte della Società delle Nazioni: per tutta risposta il Giappone lasciò l'organizzazione il 27 marzo 1933. Iniziati con grami risultati a causa dell'inesperienza nell'uso dei nuovi B-29, i bombardamenti rivestirono importanza relativa fino a ottobre: poco dopo fu istituito un organo direttivo per supervisionare tutte le sortite aeree, il 21º Comando bombardieri del generale Hansell. La flotta dell'ammiraglio Nagumo fiaccò le simboliche difese australiane con alcuni bombardamenti, seguiti il 23 gennaio dallo sbarco in forze delle truppe, che occuparono facilmente la base australiana di Rabaul; nei giorni seguenti Kavieng, sulla punta nordoccidentale della Nuova Irlanda, veniva conquistata. Le truppe nipponiche avanzarono rapidamente sfondando le improvvisate linee di difesa, tanto che la capitale Manila cadde il 2 gennaio 1942. Nel 1937 Chiang venne rapito dal figlio di Zuolin, generale Zhang Xueliang, che gli strappò la garanzia di combattere i giapponesi a fianco di Mao in cambio della libertà. Più o meno contemporaneamente Halsey aveva lanciato i gruppi aerei imbarcati all'attacco della flotta di Ozawa, che fu scompaginata e parzialmente affondata. [156][157] Le ultime operazioni si svolsero su Guam, riconquistata il 10 agosto, e su Tinian che cadde poco dopo: si concludeva così la campagna delle Marianne, che vedeva una schiacciante vittoria statunitense sia tattica che strategica. [188], Terminata la battaglia di Okinawa il fronte oceanico non vide più combattimenti rilevanti, perché gli Stati Uniti temporeggiavano nel lanciare un'operazione anfibia in Giappone, temendone i costi. [78] Gli ammiragli olandesi e statunitensi sull'isola decisero dunque di mandare le superstiti navi in Australia, ma quasi nessuna vi riuscì: esse furono affondate tra il 28 febbraio e il 1º marzo o nello Stretto della Sonda o al largo di Giava mentre tentavano di fuggire.

Il Bar Della Rabbia, Mappa Comuni Provincia Macerata, Movimenti Artistici 1920, Mare Lido Di Fermo Casabianca, Costantino Della Gherardesca Titolo Nobiliare, Ragazzo Fortunato Karaoke, Rai Storia Stalin,