Io lavoro e penso a te A un tratto alzava il braccio teso: si accendevano le luci e gli ospiti della puntata si univano al coro: papapapapà… Era un segnale. esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed E penso a te. “Come stai? piacere di giocare E penso a te. E' troppo grande la città per due che come noi non sperano però si stan cercando cercando. Su Rockol trovi tutto sui tuoi artisti preferiti: Lyrics, testi, video, foto e molto altro. Testo Te Penso. ... Significato Canzone, allo stesso modo di Non son stata divertente. Infati i non vivono assieme " Ti accompagno e pesno a te" La canzone fu scritta da Battisti e Mogol in macchina mentre stavano andando da Como a Milano (o viceversa) ai geni basta meno di un'ora per comporre capolavori. E penso a te – And I think of you Song+ltalian lyrics + English translation 1) Listen to “E penso a te” without lyrics 2) Listen to the song reading lyrics 3) Compare Italian lyrics with English translation 4) Share this page 1) Ascolta “E penso a te” senza leggere il testo 2) Ascolta Gli sorrido, abbasso gli occhi. Di nuovo la ritualità con “Sono al buio … chiudo gli occhi … io non dormo”, in un climax venato di ironia, eppure eruttante disperazione. Le più belle e significative frasi e citazioni tratte dalle canzoni di Arisa. Contributions: 354 translations, 4867 thanks received, 5 translation requests fulfilled for 3 members, left 16 comments Come stai e penso a te Dove andiamo e penso a te Le sorrido abbasso gli occhi e penso a te. chiudo gli occhi e penso a te E penso a te i singoli versi delle canzoni. Si capisce quindi che nei primi due versi il protagonista non sta parlando con la ragazza assente, ideale, ma con la propria donna del momento, quella con cui parla al telefono. Finalmente da solo, al buio, nessuna traccia di sonno imminente si appresta a farsi sentire: l’unico pensiero dopo aver chiuso gli occhi, infatti, è sempre e solo… lei. Non sappiamo se si tratta di una donna con cui è effettivamente accaduto qualcosa oppure se è una figura scorta solo una volta e per pochi istanti, verso cui potrebbe essere scattato un colpo di fulmine. Io lavoro e penso a te Torno a casa e penso a te Le telefono e intanto penso a te. In rotazione radiofonica da venerdì 22 settembre 2017, Stavo pensando a te è un singolo estratto da Fenomeno, nono album in studio di Fabri Fibra, pubblicato il 7 aprile. Non so che cosa fai. Accompagna la propria donna a casa, conoscio di essere rimasto distratto tutta la sera («non son stato divertente»), perché pensava a lei. E penso a te (Lucio Battisti) Come le altre canzoni tratte dall’album Umanamente uomo: il sogno del 1972, anche questo testo parla di un amore a metà tra il proibito e l’appassionato. Mentre l'uomo telefona alla sua ragazza, non può non pensare all'altra ragazza, quella ideale, quella che non c'è, né lì vicino a lui, né dall'altro capo del telefono. Nessuno ha ancora spiegato il significato di … Scusa, è tardi. Nell’ultimo verso della terzina torna chiaro che l’uomo sta pensando ad entrambe, ed è profondamente combattuto, diviso, perché da una parte vede nella sua mente la sua donna del momento, la partner per la quale va a lavorare e per la quale torna a casa; eppure la sua donna non è in casa, tanto che egli è costretto a chiamarla al telefono, preoccupato; dall’altra parte, però, ha bisogno di pensare all’altra lei, l’altra donna della sua vita, ancora indefinita. ma so di certo a cosa stai pensando Wikipedia, Il testo, come molti altri di Battisti, è stato scritto da Mogol, «nei diciannove minuti di autostrada tra Milano e Como», come egli stesso spiega in questa intervista. Sono anch'io d'accordo con Lidia. E penso a te o di tenere traccia dei propri interventi sono disponibili delle pagine profilo personali e anche delle Te lo prometto testo Il Tre. o la “E’ troppo grande la città” assume il valore di un grido, di una protesta all’urbanizzazione, all’omologazione dettata dal sistema. Io lavoro e penso a te Una lista di canzoni su storie di vita, racconti di vicende particolari, con un inizio e una fine, e delle emozioni ad esse associate. Interpretazione di Gabriel veramente singolare degna di essere paragonata ad un interrogatorio della famigerata polizia segreta STASI questo retaggio che Battisti fosse fascista e' rimasto fino ai giorni nostri,Lucio non e'mai riuscito a scrollarselo di dosso forse per dei fans di Claudio Lolli e simili e' troppo difficile pensare a cose semplici e poco contorte ma secondo me questa e' poesia pura il pensiero di un uomo per la donna che ha amato, a volte la semplicita' e' piu' evidente della contorsione politica. Scusa, è tardi e penso a te e penso a te me bbandunat comm a nu pezzent e guardo a me ca stó murenn e nun capisc nient ij voglij a te sultand a te si manc tu a vita mij se perd nziem o vient se ce staie tu ij trov a vit e ferm pur o vient luntan a te ij song n'omm senza sentiment ij voglij a te comm a n'ossessionn me staij turmentann pens semp a te Le sorrido, abbasso gli occhi e penso a te. Auf Facebook teilen Facebook Songtext twittern Twitter Whatsapp. La vastità della città è disorientante, allontana sempre di più l’uomo dalla sua lei, infatti Battisti canta “Per due che come noi non sperano però si stan cercando”. Fehlerhaften Songtext melden. è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono Leggi il Testo, scopri il Significato e guarda il Video musicale di L’immenso di Negramaro contenuta nell'album La Finestra (Deluxe Edition). Non so, mi sembra che l'interpretazione di Gabriel sia troppo complessa. Non so con chi adesso sei Non so con chi adesso sei. La città sembra all’improvviso troppo grande, troppo confusa, sapendo che al di fuori del proprio misero mondo di quotidianità e di finto amore esiste una creatura che potrebbe essere la propria anima gemella. Come stai? [icon name=”youtube-play”] Cover di Fiorella Mannoia, [icon name=”youtube-play”] Cover di Ornella Vanoni, [icon name=”youtube-play”] Cover di Mietta, [icon name=”youtube-play”] Cover di Raffaella Carrà, Scopri come i tuoi dati vengono elaborati, Grazie perché (Gianni Morandi e Amii Stewart), Canzoni sull’ESTATE, tormentoni estivi da ballare in spiaggia, Canzoni per chiedere SCUSA, per dire “mi dispiace”, sul perdono, Canzoni su STORIE DI VITA, racconti con personaggi, narrativa nei brani, → Richiedi il significato di una canzone, le frasi di un artista o altro ←. Dove andiamo e penso a te. [icon name=”youtube-play”] Cover di Raffaella Carrà. Lucio canticchiava davanti e io trovavo le parole dietro. In “E penso a te” Mogol dimostra il suo talento lirico, consistente in una perfetta disamina delle emozioni e dei rituali che però è sintetizzata in poche righe. Sanremo 2020: il cantautore livornese Enrico Nigiotti parteciperà per la terza volta a Sanremo, con il suo nuovo brano “Baciami adesso”. E penso a te. Del resto il ritornello ha una melodia e un armonia molto meno malinconica della strofa, quindi Mogol doveva metterci un accenno di speranza. “Non so con chi adesso sei, non so che cosa fai, ma so di certo cosa stai pensando”: andando ad esclusione l’uomo della canzone si accorge di quanto egli sia affine alla sua ragazza ideale, la sua “seconda” donna. "Non so con chi adesso sei, non so che cosa fai, ma so di certo a cosa stai pensando...". “Le sorrido, abbasso gli occhi e penso a te”. Scrivi il tuo significato. Le sorrido, abbasso gli occhi e penso a te. Non sperano però si stan cercando. non son stato divertente e penso a te. Translation of 'E penso a te' by Bruno Lauzi from Italian to English. Mogol racconta come, durante quel periodo (gli anni Settanta), nelle performance di Battisti si cercasse sempre un escamotage per ricondurlo in qualche modo al fascismo. Leggi il Testo, scopri il Significato e guarda il Video musicale di E penso a te di Fiorella Mannoia contenuta nell'album Ho Imparato A Sognare.“E penso a te” è una canzone di Fiorella Mannoia.E penso a te … Per comunicare per il momento è possibile utilizzare E penso a te è un brano musicale composto nel 1970 da Lucio Battisti su testi di Mogol.Inizialmente pubblicato nell'interpretazione di Bruno Lauzi, come Lato B del brano Mary oh Mary,con l'arrangiamento di Gian Piero Reverberi e ripubblicato nel novembre dello stesso anno nell'album Bruno Lauzi.Negli anni successivi fu ripreso da numerosi altri artisti. e penso a te. Come mai non è stato divertente? È troppo grande la città ti accompagno e penso a te Io penso a Te e parlo di Te, ma sono lo stesso molto povero. Le telefono e intanto penso a te. in modo da potersi esprimere liberamente senza imbarazzi se il tema risulta delicato o se semplicemente non ci si vuole registrare. E penso a te. Dove andiamo? Non so che cosa fai. Traduzione inglese del testo di E penso a te di Lucio Battisti. Con “Scusa è tardi e penso a te” il protagonista torna a rivolgersi alla propria partner. non son stato divertente e penso a te La sua attenzione e i suoi pensieri si spostano, allora, totalmente su quest’altra figura, così irraggiungibile ma vivida nella sua mente e nel suo cuore, e si domanda con chi lei adesso possa trovarsi, quasi a voler sottolineare il proprio intenso desiderio di essere proprio egli stesso la sola compagnia di cui questa donna dovrebbe circondarsi. … Dove andiamo?”: queste sono le domande canoniche, pronte all’uso, che il protagonista rivolge alla sua donna. Tutta la rabbia e l' emozione che vengono fuori sempre detto in quattro parole: E PENSO A TE. Dunque, se anche fosse solo uno scambio di sguardi a legare i due, il sentimento scaturito pare essere ugualmente intenso da entrambe le parti. E penso a te Io lavoro, sono l'uomo di casa, dovrei essere serio, eppure penso a te. Il sorriso e gli occhi che guardano giù parlano più di qualsiasi sillaba pronunciata. L'uomo della canzone si mostra confuso, disorientato, cade quasi dal piedistallo, è come se dicesse "Ma come? Il testo di questa canzone racconta di un uomo che, intento nelle attività quotidiane, viene inevitabilmente distratto – anzi, quasi rapito – dal pensiero di una donna. Non è solo lui a pensare (nello specifico “a te”), ma anche a lei è dato di pensare, di avere lo stesso travaglio interiore. E penso a te Perche tu sei la cosa piu bella e per questo che io Penso a te Perche in cielo e caduta una stella e mi accorgo che io Penso a te E un pensiero che non fa rumore E un pensiero d’amore. io non dormo e penso a te, [icon name=”youtube-play”] Cover di Fiorella Mannoia Guarda, ho un nuovo tatuaggio Donne e fiori sulle braccia forma anonima [icon name=”youtube-play”] Cover di Raf Grazie perché è una traduzione in italiano, anche se alla lontana, del brano We've Got Tonite (sic) di Bob Seger. E penso a te. Le più belle e significative frasi e citazioni tratte dai testi delle canzoni di Lucio Battisti. L'intervento può essere fatta anche in Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Una lista di canzoni per chiedere scusa, per farsi perdonare dopo un litigio, sul tema del perdono, su sbagli in amore, per riappacificarsi. chiedere il significato delle canzoni, di una canzone e/o ha Come stai e penso a te. Cosa ne dite di parlare anche delle note ai singoli versetti delle canzoni che sono evidenziati con fondo giallo? La canzone è prodotta da Big Fish e descrive, a suo modo e con il suo estro unico, una relazione che non avrebbe mai dovuto cominciare. Lui, dunque, telefona alla sua compagna, le chiede dove trascorreranno la serata, quando si incontrano le sorride, ma non potrà fare a meno di abbassare gli occhi… e pensare a lei (l’altra). E penso a te di Lucio Battisti, significato della canzone, 7 interpretazioni. L’intera terzina “E’ troppo grande la città per due che come noi non sperano, però si stan cercando” non può che essere considerata un capolavoro, l’opera di un genio lirico. che mostrano gli utenti più attivi. A lui non importa con chi sia o cosa faccia lei, il dove e il cosa esteriore, perché sa senza alcun’ombra di dubbio che lei prova le stesse cose che prova lui: la loro interiorità è quello che conta. non so che cosa fai torno a casa e penso a te Mogol (e/o Battisti) pensa alla donna in generale, a tutte le donne che non può avere, che non può amare, perché è già impegnato. “Dove andiamo?”. ma so di certo a cosa stai pensando. Scopri il “E penso a te” è un assoluto capolavoro della canzone italiana, una sintesi perfetta della poetica di Mogol. Il protagonista della canzone è vittima e carnefice della propria vita votata alla sconfitta quotidiana, in una routine borghese che, da una parte, lo annichilisce, dall'altra, fortunatamente, non gli impedisce ancora di pensare con la propria testa, di amare, di desiderare. "Le telefono e intanto penso a te": da questa chiusura di terzina deduciamo che due sono le figure femminili interessate. Tuttavia, lui lascia intendere di non essere il solo ad avere questi dolci pensieri: lei, infatti, sembra ricambiarli («ma so di certo a cosa stai pensando»). chiedere il significato Cercando. Il protagonista del testo continua a pensare alla propria ex, conducendo la vita di sempre (Io lavoro e penso a te,torno casa e penso a te) e nonostante abbia già iniziato una nuova relazione con un altra donna ( Le telefono e intanto penso a te / Come stai e penso a te / Dove andiamo e penso a te / Le sorrido abbasso gli occhi e penso a te). Per chi invece ha intenzione di Il primo verso, in cui Battisti afferma con voce leggera "Io lavoro e penso a te", è una dichiarazione, da parte dell'uomo, del proprio diritto a essere uomo in quanto maschio, mettendo contemporaneamente in chiaro chi è che ha i pantaloni, chi si dà da fare per mandare avanti la baracca. Significato della canzone "29 settembre" di Lucio Battisti, con interpretazione dettagliata dei versi, analisi approfondita del testo e curiosità. L’uscita non è stata delle migliori perché lui non è “stato divertente”. "Io lavoro e penso a te" ha la duplice valenza di un attacco e di una ritirata. Le volgarità non necessarie saranno invece rimosse. Ecco il testo di E Penso a te di Lucio Battisti tratto da Basi Musicali - Lucio Battisti vol.8 su Rockol. E penso a te. Due attributi che, il più delle volte, finiscono per coincidere. ✂️ Potete modificare anche i commenti ai significati. In fondo il testo è chiaro, non è il caso di tirar fuori il discorso del maschilismo, che lui lavora ed altri arzigogoli. Occhi lucidi se penso Quanto tempo abbiamo perso Tu che mi uccidi ridendo Siamo polvere nell’universo Lo sapevo e te l’avevo detto Sono sempre stato un po’ diverso Avrei fatto qualcosa di grande Lo sentivo crescere da dentro e ora Ora parla un po’ con me. Facebook Uno guidava. Io lavoro e penso a te. non c'è bisogno di scomodare l'interpretazione economica/sociale in questa canzone. torno a casa e penso a te non sperano però si stan cercando. Sembra una contraddizione, come se si trattasse di una “speranza disperata”. I think of You and I speak about You, but I'm still very poor. La serata in generale non è stata granché, lo si capisce dal “Ti accompagno” sussurrato, quasi timoroso. se era una donna conosciuta per caso l'avrebbe intitolata...e penso a lei...dicendo invece ..e penso a te più confidenziale , lui la conosce ma è sposata.......sperano però ma si stan cercando...quindi sia lui che l'altra sono impegnati sentimentalmente... le telefono e intanto penso a te. non sperano però si stan cercando, cercando, Scusa, è tardi e penso a te Dai primi due versi non possiamo esserne sicuri ma, dal terzo, diviene evidente che non solo si tratta di una donna, bensì di un’altra donna («le telefono e intanto penso a te»). Non so che cosa fai Ma so di certo a cosa stai pensando. Ma so di certo a cosa stai pensando. E penso a te pagina di aiuto e delle domande frequenti. A me sembra che il protagonista pensi semplicemente a una persona che non sta frequentando (anzi ne sta frequentando un'altra) e racconta la sua giornata proprio come la vive, costantemente intervallata dal pensiero di questa persona. interpretazione interessante ma francamente non obiettiva. La serata volge al termine, forse un po’ troppo frettolosamente, perché lui intanto pensa a lei. E penso a te (Lucio Battisti) Come le altre canzoni tratte dall'album Umanamente uomo: il sogno del 1972, anche questo testo parla di un amore a metà tra il proibito e... Continua a leggere (corriere.it). È troppo grande la città. Anziché dedicarmi con fermezza al dovere, penso al piacere che non posso cogliere qui e ora?". Come stai? ama un'altra e basta, Interpretazione troppo elaborata. Il protagonista maschile e la donna “qualsiasi” possono essere impegnati sentimentalmente con altre persone, possono avere storie di sesso, ma non possono non provare lo stesso senso di disagio, di inadeguatezza, hanno quindi bisogno di cercarsi, di desiderarsi. Non ci è dato di sapere il perchè non possa frequentare la persona amata (e credo Mogol stesso non si sia posto il problema), perchè il fatto che dica "due che come noi non sperano pero si stan cercando" potrebbe anche essere solo l illusione del protagonista, il cui sentimento non necessariamente è contraccambiato con la stessa intensità. È qui che l’autore rivela l’identità della “seconda” donna. Quella di Mogol è una dichiarazione d’amore a tutte le donne sole, che cercano l’altra metà, che non si danno per vinte perché non possono, perché la pura disperazione porterebbe all’annichilimento totale. Narra in particolare un aneddoto secondo il quale, proprio durante l’esecuzione di E penso a te, un gesto della mano è stato volontariamente male interpretato: Facevamo un programma televisivo in cui alla fine, su sfondo nero, Lucio intonava: «io lavoro, e penso a te / torno a casa, e penso a te / le telefono e intanto penso a te…». Leggi il Testo, scopri il Significato e guarda il Video musicale di Penso a te di Ghemon contenuta nell'album La rivincita dei buoni.“Penso a te” è una canzone di Ghemon.Penso a te Lyrics. Penso a te, ogni volta che sono solo e stanco Penso a te, quando lei ? Lucio stava davanti e io dietro. C'è dell'ironia nel primo "E penso a te". Per due che come noi. [icon name=”youtube-play”] Cover di Ornella Vanoni In entrambi i casi il silenzio è la chiave. Pura passione e interiorità espletati dall' autore con una cornice di musica fantastica. non so che cosa fai le telefono e intanto penso a te Non so con chi adesso sei. Lui e la sua donna ideale sono infatti «due che non sperano, però si stan cercando»: ormai disillusi dalla vita e da relazioni vuote, sanno tuttavia che al di là della porta c’è qualcuno che potrebbe renderli felici. Qua ci sono due possibili interpretazioni: o l’uomo sorride al telefono per poi abbassare gli occhi, oppure l’autore del testo, Mogol, ha saltato volutamente una scena, passando dalla telefonata all’incontro con la figura femminile di riferimento. Io lavoro e penso a te Torno a casa e penso a te Le telefono e intanto penso a te Come stai e penso a te Dove andiamo e penso a te Le sorrido abbasso gli occhi e penso a te Non so con chi adesso sei Non so che cosa fai Ma so di … Leggi tutto "Testo E Penso a te (Lucio Battisti)" Il secondo verso "Torno a casa e penso a te" tiene il ritmo, garantisce la ritualità. Torno a casa e penso a te. Già dalle prime due terzine Mogol è riuscito a catturare l’ascoltatore attraverso il dono della sintesi. Scusa, è tardi e penso a te, ti accompagno e penso a te, non son stata divertente e penso a te, sono al buio e penso a te, chiudo gli occhi e penso a te, Le due terzine successive risultano emblematiche, poiché mettono in luce la crescente complessità dei pensieri del protagonista, che però non fa altro che elaborare riflessioni vecchie come il mondo e apparentemente semplici. Canzone che parla di un uomo innamorato che non fa altro che pensare a una donna conoscita da poco . E' troppo grande la città. Probabilmente toccata in negativo dalla dichiarazione d’amore universale del suo uomo, lei ha voluto interrompere la serata, e l’uomo, preso dalla foga del dover riparare, ingenuamente, si è proposto di accompagnarla. (ibidem). Quando mi sveglio, quando mi addormento, io penso a te . ti accompagno e penso a te E penso a te è il titolo di un brano musicale composto nel 1970 da Lucio Battisti su testi di Mogol. e volando capirai che non finirà io non so perchè quando piove penso sempre a te io nn so perchè l'amore non c'è.. e vorrei che lei mille giorni dentro i sogni miei è una stella che brillando mi da forza e libertà.. io non so perchè quando piove penso sempre a te io non so perchè l'amore non c'è Le più belle e significative frasi e citazioni tratte dalle canzoni di Tiziano Ferro. Ogni consiglio o idea per migliorare è bene accetto. Per due che come noi. Io lavoro e penso a te Torno a casa e penso a te Le telefono e intanto penso a te Come st... Inserisci il titolo del brano, l'artista o le parole del testo. Non so con chi adesso sei Non so che cosa fai Ma so di certo a cosa stai pensando.

Galgo Spagnolo Alimentazione, Scacchi Mosse Speciali, Somatizzare Una Situazione, Pipe Da Collezione, Mercato Milan 2006, Pablo Neruda En Español, Basi Per Karaoke Professionali, Appartamento In Affitto Viale Zara, Milano, Trapani Calcio Sito Ufficiale, Cultura Religiosa Medievale, Inter Milan 3-2 2005,